Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

False banconote da 100 euro: il truffatore delle parrucchiere ha colpito anche a Ravenna

Lo scorso maggio una parrucchiera ravennate aveva sporto denuncia alla Questura di Ravenna

Spendita di banconote false. Con questa accusa è finito nei guai un 32enne napoletano. Lo scorso maggio una parrucchiera ravennate aveva sporto denuncia alla Questura di Ravenna nei confronti di un individuo che, il giorno precedente, aveva acquistato una confezione di gel per capelli pagando con una banconota da cento euro, risultata poi ad un successivo controllo falsa. Contestualmente alla denuncia la commerciante ha consegnato le immagini del sistema di video sorveglianza che aveva ripreso le fasi dell’acquisto da parte dell’uomo.

Le indagini condotte dagli investigatori della Squadra Mobile di Ravenna, in condivisione con altri uffici investigativi, hanno consentito di individuare, su tutto il territorio nazionale, analoghi episodi ai danni di commercianti del settore estetico, tutti commessi con le stesse modalità d’acquisto da parte dello stesso ignoto uomo. Gli accertamenti investigativi, estesi su tutto il territorio nazionale, hanno permesso di risalire alle generalità del 32enne, per la sua somiglianza con l’autore del reato.

Attraverso la comparazione delle immagini dell’acquisto effettuato a Ravenna con la foto-segnaletica dell’uomo e l’individuazione fotografica, fatta eseguire alla parrucchiera ravennate, la Squadra Mobile ha così potuto denunciare in stato di libertà il campano. In passato era stato più volte denunciato per ripetute spendite di banconote false ai danni di titolari di saloni di bellezza e parrucchiere. Prosegue comunque l’attività degli investigatori ravennati finalizzata ad individuare ulteriori parti offese di questa provincia e di quelle limitrofe, nonché per l’eventuale applicazione nei confronti del 32enne di un'idonea misura di prevenzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False banconote da 100 euro: il truffatore delle parrucchiere ha colpito anche a Ravenna

RavennaToday è in caricamento