Recitano il solito copione e truffano un'anziana ultranovantenne

Vittima dell'episodio una signora ultranovantenne. La sceneggiata è stata messa a segno da due individui, che si sono presentati nell'abitazione della donna come addetti del gas

Hanno recitato il solito copione e sono riusciti a raggirare un'anziana. L'ultima truffa si è consumata mercoledì scorso a Campiano. Vittima dell'episodio una signora ultranovantenne. La sceneggiata è stata messa a segno da due individui, che si sono presentati nell'abitazione della donna come addetti del gas. Hanno riferito che dovevano controllare il contatore, facendosi così aprire la porta di casa. Una volta dentro, mentre uno fingeva di effettuare il controllo, l'altro ha cominciato a frugare nei mobili e nei cassetti della abitazion,e portando via qualche centinaio di euro in contanti e qualche monile in oro. Purtroppo, solo dopo che i due si sono allontanati la donna si è resa conto che si trattava di malviventi ed ha chiamato i Carabinieri della Stazione di Campiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli inquirenti confermano che questo tipo di raggiri non si ferma mai e che ogni giorno girano senza sosta. Ogni volta che vedono anziani soli si avvicinano e ci provano. Hanno sempre tratti e modi molto gentili, parlano un italiano corretto ed educato, qualche volta anche il dialetto romagnolo, per guadagnarsi la fiducia della vittima ancora molto sensibile alle lusinghe della buona educazione. Grazie all’attività di informazione istituzionale svolta anche dall’Arma dei Carabinieri, sempre un maggior numero di anziani è consapevole dei rischi che corre ed è più attento e diffidente nei confronti degli sconosciuti, ma ancora troppi cascano nel tranello dei falsi tecnici del gas, dell'acquedotto, dell'Enel, delle Poste, della banca. In qualche caso i malviventi trovano vittime accorte che li mettono in fuga, ma anche se chiamano subito il “112” per denunciare la loro presenza in zona, i balordi si allontanano velocemente e cambiano area e città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento