Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Truffe online, denunciate 4 persone: le tecniche sono le solite

Le indagini sono partite quando la vittima, un 42enne cervese, aveva denunciato di avere risposto all’inserzione di un noto sito di annunci on-line, in cui veniva proposto l’acquisto di uno smartphone di ultima generazione di seconda mano

I Carabinieri della Stazione di Savio hanno deferito in stato di libertà per il reato di truffa un 30enne rumeno residente a Bologna. Le indagini sono partite quando la vittima, un 42enne cervese, aveva denunciato di avere risposto all’inserzione di un noto sito di annunci on-line, in cui veniva proposto l’acquisto di uno smartphone di ultima generazione di seconda mano. Aveva quindi mandato la caparra di un paio di centinaia di euro per bloccare l’oggetto ma, ottenuti i soldi, il suo interlocutore era scomparso. Inutile ogni successivo tentativo di contatto telefonico e via mail.

Denunciato anche tre giovani di 31, 30 e 20 anni residenti in Calabria che, con la stessa tecnica, avevano truffato un 63enne cervese che aveva anticipato loro quasi 2mila euro per l’acquisto di un ciclomotore d’epoca. I Carabinieri, analizzando il flusso delle connessioni ai provider utilizzati per gli accessi a internet, sono risaliti ai computer con i quali sono state scritte le inserzioni. I dati così raccolti, incrociati con l’analisi delle carte prepagate cui venivano versate le quote, dei cellulari e degli account del sito, hanno consentito di individuare i truffatori, che sono stati quindi denunciati in stato di libertà
 

Consigli per proteggersi dalle truffe on-line

1.   Cerca più informazioni che puoi sull'oggetto che intendi acquistare e sul venditore: cerca di conoscere la persona con cui stai facendo affari verificando nome, indirizzo e numero di telefono, anche per conto tuo (ad esempio attraverso l'elenco telefonico); leggi con attenzione la descrizione dell'annuncio e fai domande se qualcosa non ti sembra chiaro;

2.   Usa il buon senso: affari che a prima vista sembrano troppo convenienti per essere veri possono nascondere delle insidie. Fare acquisti su internet può aiutarti a trovare delle buone occasioni ma non fidarti ciecamente di prezzi esageratamente più bassi rispetto a quelli di mercato.

3.   Non cliccare su link contenuti in email in cui ti vengono richieste le tue informazioni personali. Fai sempre attenzione quando invii i tuoi dati a una persona sconosciuta o a una società (presta sempre attenzione alle email che ti arrivano anche quando queste riportano il marchio di siti che conosci e nel dubbio verifica con l'Assistenza clienti del sito in questione).

4.   Verifica attentamente i vari metodi per inviare e ricevere pagamenti e i rischi connessi.

5.   Scegli sempre metodi di pagamento sicuri: scegli sistemi di pagamento che offrono programmi di protezione dalle frodi; se accetti pagamenti in assegni, verifica con la banca che ha emesso l'assegno se è coperto (cerca i dati della banca in modo autonomo, senza chiederli alla controparte); se il pagamento è ritirato, fermato, stornato o non può essere incassato, cerca di contattare la società o banca che ha lo ha emesso (banca, società che ha emesso la carta di credito, PayPal, etc.) per valutare le possibilità di fare ricorso.

6.   Fai tutte le verifiche necessarie e prendi le precauzioni del caso quando compri o vendi a distanza:

7.   Non effettuare mai il pagamento con Western Union o Moneygram se non hai tutte le informazioni necessarie o non ti fidi completamente del venditore (ti ricordiamo che, una volta effettuato, non è possibile bloccare un trasferimento di fondi);

8.   Non effettuare o ricevere pagamenti mediante la ricarica di una carta di credito prepagata (specialmente PostePay);

9.   Non accettare pagamenti superiori all'importo dovuto con richiesta di restituzione anticipata della differenza; alcuni metodi di pagamento non permettono di incassare la somma in tempo reale, verifica sempre che il pagamento sia andato a buon fine prima di spedire l'oggetto;

10.     Ricordati che alcuni mezzi di pagamento (come ad esempio gli assegni internazionali al portatore) possono essere revocati anche dopo che li hai ricevuti e incassati sul tuo conto; ricordati che la maggior parte dei siti che offrono servizi di deposito a garanzia non sono attendibili. Verifica sempre che il sito di deposito a garanzia che ti viene proposto sia serio.

Se hai subìto una truffa e hai bisogno di aiuto, ti invitiamo a contattare i Carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe online, denunciate 4 persone: le tecniche sono le solite

RavennaToday è in caricamento