Cronaca

Turismo sostenibile, una nuova app per visitare Ravenna utilizzando trasporti pubblici e mobilità green

Parte da Ravenna il progetto che promuove la mobilità sostenibile tra i turisti. L'app premierà chi visita i monumenti della città sfruttando mezzi di trasporto pubblico

Premiare i turisti chi visitano Ravenna in modo sostenibile. Questo è l’obiettivo principale dell’azione pilota del progetto "Sustourismo" denominata “Scopri Ravenna con il Romagna e il Rail Smart Pass. Premiati per una visita sostenibile ai capolavori culturali di Ravenna”, cofinanziata dal programma Interreg Adrion 2014-2020. L’iniziativa è stata promossa dall’Istituto sui Trasporti e la Logistica (Fondazione ITL) in collaborazione con il Comune di Ravenna e Start Romagna.

L’azione pilota, che ha preso avvio il 22 novembre e si concluderà il 31 maggio 2022, si basa su una specifica App per smartphone (Android e iOS) utilizzata anche in altre nove città dell’area Adriatico-Ionico coinvolte nel progetto (Lubiana, Igoumenitza, Salonicco, Preveza, Zara, Tivat, Belgrado, Grado e Ravenna). Obiettivo comune del progetto Sustourismo è supportare le amministrazioni locali e gli operatori della mobilità e del turismo ad affrontare al meglio le sfide legate al turismo sostenibile e alla crescita verde.

Come funziona?

L’azione pilota di Ravenna prevede il rilascio di un premio ai primi 100 turisti che dimostreranno tramite l’App di avere visitato almeno uno dei monumenti di Ravenna coinvolti nell’iniziativa (Mar-Museo d’Arte della città di Ravenna, Museo Dante, Domus dei Tappeti di Pietra, Cripta Rasponi e Giardini Pensili della Provincia, Museo Tamo, Museo Classis Ravenna) e di possedere il Rail Smart Pass e/o il Romagna Smart Pass. Al fine di certificare il possesso di questi titoli di viaggio e per ritirare il premio una volta raggiunti i 1.000 punti, il turista si dovrà recare in uno dei due punti fisici che supportano l’iniziativa: lo IAT Ufficio Turismo Ravenna di piazza San Francesco e il Punto Bus Ravenna Start Romagna di piazza Luigi Carlo Farini (stazione ferroviaria).

“Per Fondazione ITL - ha dichiarato il presidente Guido Fabbri - l’azione pilota di Ravenna del progetto Sustourismo è un momento importante nello sforzo che da anni stiamo portando avanti nel supportare azioni che mirano ad un maggiore utilizzo del trasporto pubblico e di forme di mobilità sostenibile. Uno sforzo che ITL ha portato avanti in numerosi progetti europei e che intende continuare a fare anche in futuro”.

“Un’occasione per la nostra città di incentivare il turismo sostenibile - hanno dichiarato l’assessore al Turismo Giacomo Costantini e l’assessore alla Transizione ecologica Gianandrea Baroncini - Il turista potrà certificare l’avvenuta visita del monumento tramite la scansione di una vetrofania contenente i QR code di progetto all’ingresso degli enti aderenti alla sperimentazione e ricevere in premio un ricordo di Ravenna”.

“Insieme per la migliore fruizione della bellezza - ha infine dichiarato Roberto Sacchetti, presidente di Start Romagna - I trasporti hanno un ruolo centrale nel raggiungere l’obiettivo che l’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT) identifica col rispetto dei tesori artistici ed ambientali. E’ nostro compito individuare strumenti da condividere con i viaggiatori, per agevolarne spostamenti integrati ed efficienti. La loro diffusione produce comportamenti virtuosi e siamo orgogliosi di dare un nostro contributo nel contesto di questo processo culturale così importante, con un focus sul trasporto che favorisce conoscenza. Sarà una esperienza preziosa, un progetto pilota che può divenire di interesse per l’industria turistica dell’intera Romagna”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo sostenibile, una nuova app per visitare Ravenna utilizzando trasporti pubblici e mobilità green
RavennaToday è in caricamento