menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Turni massacranti e carenza di personale": situazione critica in ospedale

Il consigliere di Forza Italia Andrea Galli sottolinea i problemi della struttura sanitaria pubblica in Romagna, che "non sarebbe in realtà mai decollata"

Le criticità dell'Ausl della Romagna sono state oggetto di dibattito del Consiglio comunale straordinario convocato a Ravenna dai gruppi di opposizione lo scorso ottobre. Lo scrive in un'interrogazione alla Giunta, Andrea Galli (Forza Italia) che sottolinea i problemi della struttura sanitaria pubblica in Romagna che "non sarebbe in realtà mai decollata, essendo il risultato di una semplice somma delle quattro aziende sanitarie, con uno scarso livello di integrazione tra le realtà sanitarie più forti di Cesena e Rimini, mentre Ravenna risulterebbe la più debole".

Fra gli argomenti all'ordine del giorno del Consiglio, il progetto del grande Ospedale Bufalini di Cesena che, evidenzia Galli, "non vedrebbe il coinvolgimento attivo dei vari comprensori territoriali", tanto che il consigliere chiede alla Regione come fare per evitare il depotenziamento degli altri presidi ospedalieri. Altro aspetto critico, secondo Galli, la grande affluenza di codici bianchi nel Pronto Soccorso che rallenterebbe notevolmente l'attività. Tale situazione sarebbe dovuta, per il consigliere, al mancato 'decollo' delle Case della Salute che avrebbero dovuto assumere funzioni di primo intervento. Galli chiede quindi quali azioni siano previste per risolvere il problema.

Fra le altre criticità sollevate, quella dello spostamento della Medicina Riabilitativa collocata 'provvisoriamente' all'interno di una struttura di via Fiume Abbandonato; la mancanza del nuovo Direttore dell'Unità Operativa di Cardiologia, le cui funzioni sono supplite solo in alcune giornate dal Primario dell'Ospedale di Rimini; i turni definiti "massacranti" dell'Unità Operativa di Medicina e la carenza di personale. Galli chiede alla Regione come intenda risolvere questi problemi, le tempistiche della nuova nomina del Direttore e se siano previste assunzioni, per quali reparti e figure professionali. "La presenza del porto a Ravenna, con passaggio e stoccaggio di mangimi e commercio di alimenti per animali - aggiunge infine il consigliere - renderebbe necessario un Servizio Veterinario completo a tempo pieno". Galli chiede quindi se sia in programma l'istituzione di una specifica Unità Operativa per la vigilanza e il controllo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento