Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Non c'è due senza tre: l'abituale "seccatore" torna a creare scompiglio al pronto soccorso

Per lo stato di forte ubriachezza nel quale versava, il 34enne è stato denunciato all’autorità amministrativa

Nuovamente ubriaco e molesto al Pronto Soccorso di Ravenna. Continua ad accumulare denunce il 34enne indiano, residente a Vicenza, gravato da molteplici precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, e destinatario di un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Ravenna per la durata di tre anni, emesso dal Questore a gennaio scorso. Qualche sera fa l'extracomunitario ha creato altri disagi al nosocomio ravennate, rendendo necessario l'intervento degli agenti della Volante della locale Questura.

Gli agenti hanno riconosciuto l’abituale seccatore, poiché questo è almeno il terzo intervento effettuato quest’anno dalla Polizia con identiche modalità. L’uomo, che si trovava disteso su di una lettiga, versava in un evidente stato di ubriachezza e, ha dichiarato ai poliziotti di essersi recato in ospedale in cerca di assistenza medica. Dopo gli accertamenti clinici, che anche in questa occasione hanno riscontrato solo uno stato di ebrezza, l’uomo è stato accompagnato in Questura per i procedimenti di rito.

Per quanto accaduto, gli agenti lo hanno denunciato all’autorità giudiziaria per l’inosservanza al provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Ravenna e per non avere esibito il passaporto od altro documento di identificazione ed il permesso di soggiorno, senza giustificato motivo. Per lo stato di forte ubriachezza nel quale versava, il 34enne è stato denunciato all’autorità amministrativa. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è due senza tre: l'abituale "seccatore" torna a creare scompiglio al pronto soccorso

RavennaToday è in caricamento