rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Ultimi controlli prima dell'attivazione al nuovo deposito di gnl

I funzionari dell'Adm vigilano sulla corretta gestione tecnico fiscale del nuovo deposito, controllando con sistemi sofisticati che il prodotto energetico gnl giunga ai reali utilizzatori finali

I funzionari dell'Agenzia delle accise, dogane e monopoli di Ravenna, specializzati nelle verifiche tecniche nel settore delle accise, hanno ultimato nei giorni scorsi tutte le attività propedeutiche all’attivazione di un deposito di stoccaggio di gas naturale liquido (gnl). Il deposito ravennate di gnl è il primo impianto italiano al servizio della mobilità sostenibile dei trasporti pesanti e marittimi, ha una capacità di movimentazione annua di oltre un milione di metri cubi di gas naturale (metano) in forma liquida e una capacità di stoccaggio di 20.000 metri cubi; ha una potenzialità di rifornimento di almeno 12.000 camion e circa 48 traghetti all’anno.

Il gnl è il nome dato alla forma liquida del gas naturale (metano) e viene ottenuto abbassando la temperatura fino a un valore pari a -160°C. Di conseguenza, il vantaggio principale è che per la stessa quantità di gas, il volume occupato dal gnl è 600 volte inferiore al volume della stessa quantità in forma gassosa, inoltre è trasparente, inodore, non corrosivo e non tossico.

I funzionari dell'Adm vigilano sulla corretta gestione tecnico fiscale del nuovo deposito, controllando con sistemi sofisticati che il prodotto energetico gnl giunga ai reali utilizzatori finali e che vengano correttamente assolte le relative imposte afferenti il consumo (accise).

DSCN3252-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimi controlli prima dell'attivazione al nuovo deposito di gnl

RavennaToday è in caricamento