menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'app che ti racconta la storia dei luoghi: a Cervia nasce 'Tellingstones'

Lo scopo è far conoscere le autenticità del luogo, connettendo direttamente il turista/visitatore alle realtà locali più significative

L’emergenza Covid-19 mette sempre più in luce la necessità di attuare, anche per il settore del turismo, un’autentica trasformazione in chiave digitale dei processi di accoglienza. L’obiettivo è renderli sempre più efficienti e produttivi per i territori, grazie alla possibilità di misurare i flussi e di comunicare, non solo con chi ha scelto la località come luogo dove passare le proprie vacanze, ma anche con i visitatori di passaggio e i residenti, raggiungendoli con suggestioni e proposte di qualità.

L’esperienza recente insegna che, anche quando le risorse di maggior richiamo sono limitate dai vincoli imposti dall’emergenza Covid-19, una corretta gestione di flussi, assieme alla possibilità di comunicare direttamente con turisti, visitatori e residenti, consente di valorizzare anche le destinazioni solitamente meno frequentate ma non per questo di minor valore. Per questo, grazie anche alla regia della Pro-loco Milano Marittima, prende vita a Cervia un nuovo progetto di valorizzazione e gestione dei servizi territoriale a supporto dell’amministrazione comunale. Il progetto utilizza un modello avanzato per la sicurezza e la gestione dei flussi sperimentato per quasi due anni a Torino e proposto in numerose altre località.

Si chiama “Tellingstones”, pietre che raccontano, un sistema digitale sviluppato per accogliere, accompagnare e informare le persone durante i loro spostamenti. Non importa se turisti, escursionisti o residenti: ogni viaggio diventa un’esperienza, attraverso storie che creano emozioni e occasioni di fruizione di contenuti territoriali meno conosciuti. Lo scopo è far conoscere le autenticità del luogo, connettendo direttamente il turista/visitatore alle realtà locali più significative, attraverso guide specializzate, associazioni di promozione, realtà legate al cibo e alla produzione artigianale, ai locali storici, etc. Oltre ad azioni di storytelling territoriale, il sistema permette di prenotare servizi diversi sulla stessa piattaforma, pagarli qualora necessario, ricevere e poter mostrare ticket o permessi di accesso sempre in modalità touch-less sul proprio dispositivo mobile: una vera e propria agenda dinamica geolocalizzata.

Per localizzare i “punti” Tellingstones basta scaricare l’applicazione (multilingua e unica per tutte le destinazioni), che dà accesso a varie cards/pass che permettono di essere informati sulla specifica destinazione. Si tratta di badge elettronici anonimi, unici e sicuri personalizzabili per ogni specifica destinazione o evento. Per facilitare l’operazione è possibile puntare ad un QRcode presente su una locandina o su un manifesto, su una pagina web, oppure attraverso un link ricevuto con una mail, un messaggio whatsapp etc. A Cervia si iniziano a vedere apposite vetrofanie su pannelli informativi ed esercizi commerciali. Tutti coloro che hanno installato la app sul loro smartphone, possono ricevere suggerimenti contestuali rispetto alla loro posizione e messaggi (principalmente audio) spesso accompagnati da foto e piccoli video. Contenuti adatti e utili anche per i portatori di disabilità visiva. 

“Tellingstones è indirizzata soprattutto a coloro che si muovono frequentemente e che non vogliono perdere tempo e sforzi per scaricare e apprendere app dedicate in singole città/luoghi/eventi basati su standard comunicativi e interfacce utente diverse", dichiara Francesco Serra, partner di Espereal nonché abitante cervese e appassionato della propria città, che sta sviluppando i contenuti del nuovo servizio. "L’idea è stimolare sinergie che permettano di gestire e promuovere ancora meglio il nostro territorio e i suoi servizi - aggiunge Alessandro Fanelli, segretario di Pro loco Milano Marittima e referente del progetto MiMa Experience - Come Pro loco ci siamo chiesti cosa potessimo fare per venire incontro alle esigenze logistico-organizzative che questo periodo di emergenza sanitaria ha imposto anche per il futuro e riteniamo Tellingstones una valida soluzione”.

“Questa è una opportunità innovativa per far conoscere in modo dinamico ai turisti la nostra realtà – dichiara Massimo Medri, sindaco di Cervia - Sicuramente il Covid ci ha posto davanti nuove sfide, e mostrato quanto la tecnologia sia importante. Per questo credo che come località dovremmo investire sempre di più nel digitale, e per questo ringrazio la Pro loco di Milano Marittima e gli imprenditori che hanno proposto alla Amministrazione di investire in questo nuovo strumento, che sicuramente porterà una ventata di innovazione e novità in questa estate".

Tellingstones si basa su elementi di standardizzazione (ad esempio nel beaconing) che facilità il cosiddetto “onboarding”, riducendo drasticamente gli investimenti normalmente richiesti in termini di marketing e di promozione delle app locali appositamente sviluppate. Le card sono dotate di caratteristiche di anonimato e di sicurezza (grazie ad algoritmi di crittografia e alla firma elettronica), necessari, ad esempio, per “certificare” il credito derivante dall’acquisto di un biglietto di ingresso ad una mostra, un museo o un evento. In sintesi, uno strumento facile ma completo per orientare le scelte, ridurre i rischi di contagio e gestire in maniera più sinergica e sicura piccole e grandi città. Prendere “virtualmente per mano”, mettendo al centro le persone e i loro bisogni, è il primo passo verso la vera sicurezza dei luoghi.

conferenza stampa_29.07.2020-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento