rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Un'altra risorsa per il potabilizzatore della Standiana: ecco il nuovo impianto idrovoro del Canale Emiliano Romagnolo

Un potenziamento tecnologico ed innovativo che consentirà allo storico impianto idrovoro di incrementare e rinnovare la sua determinante funzione alla luce delle conclamate esigenze che il cambiamento climatico ci impone

C’era anche il presidente di Romagna Acque, Tonino Bernabè, all’inaugurazione del potenziamento dell’impianto del Canale Emiliano-Romagnolo svoltasi venerdì a Salvatonica di Bondeno, nel ferrarese, Un potenziamento tecnologico ed innovativo che consentirà allo storico impianto idrovoro di incrementare e rinnovare la sua determinante funzione alla luce delle conclamate esigenze che il cambiamento climatico ci impone.

Il restyling del manufatto idraulico è stato un importante momento d’incontro e scambio tra i rappresentanti delle diverse governances territoriali di enti, associazioni e portatori di interesse per indirizzare le azioni e i progetti prioritari per tutta la regione: fra questi, appunto, Romagna Acque, il cui radicato rapporto col Canale Emiliano Romagnolo si è decisamente implementato a partire dal 2015, con l’entrata in funzione del nuovo potabilizzatore della Standiana, alle porte di Ravenna, alimentato proprio dall’acqua di una condotta derivante dal Canale Emilliano-Romagnolo. Un impianto, quello della Standiana, che permette al sistema acquedottistico gestito da Romagna Acque di poter contare su un fondamentale surplus di risorsa rispetto a quella di Ridracoli e alle altre fonti locali territoriali, che si è rivelato strategico già in più di un’occasione, nelle fasi più siccitose delle ultime estati.

Il Canale Emiliano-Romagnolo, grazie alle 4 pompe idrovore alimentate elettronicamente all’impianto Palantone, assicura al comparto agricolo, all’economia del territorio, alle oasi ambientali e all’utilizzo civile sulla costa il costante approvvigionamento di risorsa idrica prelevando direttamente dal fiume Po. La nuova, complessa e tecnologicamente avanzata cabina di alimentazione elettrica con alloggio impiantistico, permetterà all’infrastruttura di oltre 600 metri quadrati di dimensione un sostanziale ammodernamento, destinato ad incidere direttamente sulla garanzia di prelievo e successivo trasporto e distribuzione dei flussi indispensabili per il territorio circostante, dal Ferrarese alla Romagna fino a Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'altra risorsa per il potabilizzatore della Standiana: ecco il nuovo impianto idrovoro del Canale Emiliano Romagnolo

RavennaToday è in caricamento