menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un anno fa il dramma dei poliziotti morti in un incidente: messa in Duomo

Lunedì alle 11 è prevista una messa in duomo, che sarà celebrata dal vicario del vescovo e dal cappellano provinciale della Polizia di Stato

La Polizia ricorda il sostituto commissario Nicoletta Missiroli e l'agente Pietro Pezzi, gli agenti in servizio alla Questura di Ravenna, morti il 16 settembre dello scorso in un tragico incidente mentre erano in servizio notturno. Lunedì alle 11 è prevista una messa in duomo, che sarà celebrata dal vicario del vescovo e dal cappellano provinciale della Polizia di Stato.

Il sostituto commissario Nicoletta Missiroli era nata il 18 dicembre del 1963, abitava a Fusignano, nel Ravennate, aveva una laurea in sociologia a indirizzo politico ed era entrata in polizia nel 1988, anno nel quale aveva frequentato il corso. Poi era passata alla Stradale di Bologna e da qui alla sezione di Imola dove era rimasta fino al 1993; quindi era andata alla Questura di Venezia dopo avere vinto il concorso per diventare ispettrice. Da lì nel 2003 era passata alla Digos di Bologna con l'incarico di responsabile dei servizi di scorta e tutela delle personalità. Nel 2007 era arrivata alla Questura di Ravenna all'Upg-Volanti, diventando dall'anno successivo vicedirigente sia dell'Upg che dell'ufficio di polizia di Frontiera Marittima, carica che ricopriva fino al momento dell'incidente. Ha lasciato il padre e un fratello.

L'agente Pietro Pezzi avrebbe compiuto trent'anni il 27 settembre 2017. Diplomatosi al Liceo Scientifico, per due anni - dal dicembre 2011 al dicembre 2013 - aveva prestato servizio nell'Esercito sotto al ministero della Difesa con il grado di caporale. Quindi, dopo avere vinto il concorso, a inizio 2015 era entrato in polizia come allievo agente, diventando agente nel febbraio 2016. Era stato inizialmente assegnato alla Questura di Venezia; infine era arrivato a Ravenna all'Upg-Volanti. Ha lasciato la fidanzata, due fratelli e i genitori, come lui di Godo di Russi.

L'incidente

I due agenti si stavano recando a sedare una rissa, scoppiata in un campeggio tra alcuni irlandesi ubriachi: erano a bordo della Seat Leon di servizio quando era arrivata la richiesta di intervento. La Volante stava percorrendo via Dei Campeggi, a Lido Adriano, ma al momento di svoltare in via Manzoni il conducente ha perso il controllo, forse a causa dell'asfalto reso visicido dalla pioggia, andando a schiantarsi contro un platano che costeggia la carreggiata. L'impatto sarebbe avvenuto a 80 chilometri orari (il contachilometri è rimasto bloccato a quella velocità). Il dramma è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. Subito sul posto sono accorsi i mezzi del 118 e dei vigili del fuoco ma, nonostante i disperati tentativi di rianimare i due agenti, il medico non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento