Cronaca Faenza

Un concorso musicale dedicato al partigiano Bruno Neri: in palio mille euro

I migliori entreranno a fare parte di una compilation che sarà pubblicata e diffusa entro la fine del 2017, mentre il miglior brano musicale sarà premiato con una borsa di 1000 euro

Dopo la prima edizione di 20 anni fa del progetto "Resistenza, Italia", l’associazione "Rumore di Fondo", gestore della Casa della Musica di Faenza, organizzatore di Faenza Rock e partner del Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti, propone per celebrare i 20 anni del primo concorso una seconda edizione del concorso musicale “Materiale Resistente 2.0”, rivolto ai giovani under 35 e aperto a tutti i tipi di artisti singoli e formazioni e a tutti gli stili e generi musicali.

"Il tema del concorso musicale - spiegano gli organizzatori - è la narrazione della Liberazione e della Resistenza nella sua accezione più ampia e nelle sue più varie manifestazioni e soprattutto legato ai temi dell’attualità e delle nuove resistenze oggi nella società globale e multietnica. Il comitato promotore invita i partecipanti a proporre un percorso musicale, attraverso la proposta di un brano inedito e originale, anche già pubblicato e scritto nell’ultimo anno, che restituisca i valori più alti emersi nella Lotta di Liberazione legati ai temi di oggi, inteso anche come fenomeno storico che a livello internazionale emerge con forza e raggiunge il suo apice nel corso della Seconda guerra mondiale e puntando alla sua attualità oggi. In questa prospettiva si invitano a partecipare tutti i giovani fino ai 35 anni, sia come singoli artisti che come band che in qualsiasi altra formazione. Il concorso musicale è aperto a tutti i generi, con particolare preferenze per i nuovi stili musicali delle più giovani generazioni e con un’apertura anche verso le seconde generazioni per potersi confrontare con il patto di memoria che alimenta la nostra Costituzione".

Il concorso musicale, che ha come sede la città di Faenza, è dedicato alla memoria dell’atleta e partigiano faentino Bruno Neri, calciatore di Serie A nelle file del Torino e Partigiano, che già nel corso dell’esperienza calcistica dimostrò la sua contrarieta’ al Fascismo e che dopo l’armistizio di Cassibile si arruolò tra le file della Resistenza. Vicecomandante del Battaglione Ravenna, Neri cadde in uno scontro coi nazisti che avevano occupato l’Italia, avvenuto il 10 luglio 1944 nei pressi dell’Eremo di Gamogna. Il concorso si svolge con il supporto della Regione Emilia-Romagna, grazie al bando di sostegno a progetti e iniziative di valorizzazione e divulgazione della Memoria e della Storia del Novecento, con numerosi partner musicali come il Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti, la Rete dei Festival, l’Associazione Italiana Artisti e altre realtà legate ai temi dello Sport e della Resistenza e della Liberazione. Il premio dedicato alla canzone prevede la realizzazione e l’invio di un singolo pezzo musicale, cantato, consegnato unitamente al testo. I migliori entreranno a fare parte di una compilation che sarà pubblicata e diffusa entro la fine del 2017 in collaborazione con Materiali Musicali. Il miglior brano musicale sarà premiato con una borsa di 1000 euro e altri premi e riconoscimenti come libri, cd e altro materiale. Altri premi e riconoscimenti andranno ai selezionati per la partecipazione alla compilation.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un concorso musicale dedicato al partigiano Bruno Neri: in palio mille euro

RavennaToday è in caricamento