rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Faenza

Un'eccellenza dell'enologia insignita della targa "Bottega storica dell'Emilia Romagna"

L'azienda è oggi punto di riferimento per produttori e appassionati, in quanto fornisce, oltre a prodotti e attrezzature enologiche, competente assistenza con il supporto del laboratorio di analisi enologiche

Martedì l’Enologia Balducci di Faenza è stata iscritta al numero 20 dell’Albo Comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune di Faenza con titolo a esporre il relativo marchio distintivo di “Bottega Storica dell’Emilia-Romagna”. L’azienda, alle origini di proprietà di Antonio Archi e Rino Emiliani, era situata in via Zanelli e comprendeva tutta l’ala sinistra posteriore di Palazzo Gessi; si occupava di analisi, cura dei vini, prodotti chimici per enologia e attrezzatura, come si evince da una vecchia carta intestata, risalente a prima degli anni trenta. Nel 1935 è stata rilevata da Alfredo Balducci che, da diversi anni, era dipendente della medesima, dando grande contributo allo sviluppo dell’attività con l’aggiunta di articoli, prodotti e macchine per l’enologia e l’agricoltura. Nel 1964 si trasferisce nei nuovi locali in via Naviglio, sempre in zona centrale, locali di proprietà di Alfredo Balducci. Nel 1965, con l’ingresso del figlio Giorgio, diplomatosi in Tecnologie Alimentari, l’attività si arricchisce grazie all’ampliamento del laboratorio di analisi vini e all’esperienza maturata nel tempo.
Nel 2008 si affianca a Balducci Giorgio il figlio Balducci Gabriele che introduce l’azienda, con successo, nel mondo dell’e-commerce, grazie alle piattaforme E-Bay e Amazon, offrendo numerosi articoli in vendita on-line.

L’Enologia Balducci, presente da oltre ottant’anni sul territorio, è oggi punto di riferimento per produttori e appassionati, in quanto fornisce, oltre a prodotti e attrezzature enologiche, competente assistenza con il supporto del laboratorio di analisi enologiche. Il logo dell’azienda, esistente dalle origini, è rimasto inalterato nel tempo: di forma circolare rappresenta un tralcio di vite ricco di uva con, al centro, l’immagine dell’ebulliometro modello Malligand, antico strumento di misura del grado alcoolico. La consegna della targa Bottega Storica a Giorgio Balducci e ai figli Gabriele e Anna Rita è stata effettuata dal sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, dal presidente Confcommercio Ascom Faenza Paolo Caroli e dal direttore Francesco Carugati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'eccellenza dell'enologia insignita della targa "Bottega storica dell'Emilia Romagna"

RavennaToday è in caricamento