Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Un'innovativa trasfusione di sangue tra tartarughe al Cestha: "Una tra le prime in Italia"

"La strada per la riabilitazione di Ainy è ancora molto lunga, ma la possibilità di ricevere una trasfusione le ha dato la forza per fare i primi passi"

Un'innovativa trasfusione di sangue tra tartaruge: è quella che ha messo a punto nei giorni scorsi il Centro sperimentale per la tutela degli habitat di Marina di Ravenna Cestha dopo aver recuperato Ainy, una tartaruga recuperata dal mentre galleggiava immobile all'interno del circolo velico ravennate. Le sue condizioni sono parse da subito piuttosto gravi. La visita veterinaria e gli approfondimenti di laboratorio hanno svelato il grave stato di debilitazione generale in cui si trovava l'animale, tra i più gravi mai verificati in tutti i recuperi effettuati. La piccola infatti, non aveva abbastanza forze per nutrirsi, ma addirittura non ne aveva per nuotare o muovere anche solo leggermente le pinne. 

"Eppure a mali estremi... estremi rimedi: serviva sangue che portasse nuovo ossigeno agli organi di Ainy e le desse le forze necessarie per ripartire: chi meglio del grande ed energico Baymax poteva donargliele? - spiegano dal centro facendo riferimento a un'altra tartaruga - Il nostro staff ha deciso così di lavorare per mettere in atto una pratica rarissima sulle tartarughe marine, probabilmente tra le primissime volte in Italia: una trasfusione. È stato necessario testare la compatibilità tra i due esemplari e poi, nel giro di qualche giorno, abbiamo potuto constatare come Ainy avesse ricevuto da Baymax non solo il sangue, ma anche la fame! La strada per la riabilitazione di Ainy è ancora molto lunga, ma la possibilità di ricevere una trasfusione le ha dato la forza per fare i primi passi. Teniamo le dita incrociate per lei. Il grande Baymax, invece, si è guadagnato la libertà già da diversi giorni e lo vogliamo pensare sul fondo del mare sempre a caccia di qualcosa da mangiare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'innovativa trasfusione di sangue tra tartarughe al Cestha: "Una tra le prime in Italia"

RavennaToday è in caricamento