Cronaca

Un vagito di speranza alle 2.38: è Giulio Testa il primo nato del 2021

Alle 4.24 è venuta invece alla luce Owede Rebecca Ofure, con genitori di nazionalità nigeriana

Il primo vagito di speranza alle 2.38. La prima cicogna del 2021 a Ravenna porta il nome di Giulio Testa. Il neonato pesa 3,385 chili e gode di buona salute così come mamma Ilaria. Ma non è l'unico lieto evento della nottata di San Silvestro. Alle 4.24 è venuta alla luce Owede Rebecca Ofure, con genitori di nazionalità nigeriana. Il parto è avvenuto al San Maria delle Croci alle 4.24. La neonata, anche lei in buona salute come la madre, epsa 3,565 chili.

Nel 2020 all'ospedale di Ravenna sono venute alla luce 1.573 creature, in crescita rispetto ai 1.488 nati nel 2019 e ai 1.537 del 2018. Un trend in controtendenza rispetto a quelli degli ultimi anni, che ha visto un deciso calo dei parti: 1500 nel 2013, 1451 nel 2014, 1467 nel 2015, 1286 nel 2016 e 1541 nel 2017. All'ospedale civile di Faenza invece i lieti eventi sono stati 431, confermando il trend iniziato nel 2018 con il crollo delle nascite sotto quota 500.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un vagito di speranza alle 2.38: è Giulio Testa il primo nato del 2021

RavennaToday è in caricamento