Cronaca

Un ventilatore polmonare donato all'ospedale per i pazienti in terapia intensiva

È stato consegnato giovedì all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna il primo ventilatore polmonare acquistato dall'associazione Cuore e Territorio

È stato consegnato giovedì all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna il primo ventilatore polmonare acquistato dall'associazione Cuore e Territorio. La consegna, avvenuta nelle stanze della fisica sanitaria, ha visto la presenza del direttore sanitario Paolo Tarlazzi, dei cardiologi Annachiara Nuzzo, Federica Giannotti e Matteo Lisi, del primario di rianimazione Fusari e del responsabile della fisica sanitaria.

L’associazione, attraverso un fundraising lanciato fin dal primo giorno del lockdown nazionale, è riuscita a raccogliere circa 80mila euro che hanno consentito l’acquisto di migliaia di dispositivi di protezione individuale (mascherine e visiere protettive) consegnati a medici e infermieri del nosocomio cittadino, ai medici di base e alle forze dell’ordine. I camion noleggiati dall’associazione hanno viaggiato incessantemente nelle ultime settimane per donare questi preziosi presidi, fondamentali per arginare il contagio, e giovedì la consegna più importante: il ventilatore polmonare che permetterà il trattamento dei casi più gravi, in terapia intensiva. Si tratta di un Siaretron 4000, un apparecchio di ultima generazione, dotato di video TFT 12” a colori, prodotto da Siare Engineering International Group, leader nella progettazione e produzione di apparecchiature medicali nel panorama mondiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ventilatore polmonare donato all'ospedale per i pazienti in terapia intensiva

RavennaToday è in caricamento