rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Una vita tra sport e volontariato, l'ultimo saluto a Claudio: "Persona buona e generosa"

Spadoni: "Claudio Montanari ci ha lasciati in punta di piedi come sono sempre stati i suoi trascorsi terreni, pur avendo vissuto una vita particolarmente ricca di interessi e di passioni"

A 74 anni appena compiuti, il ravennate Claudio Montanari ci ha lasciati in punta di piedi come sono sempre stati i suoi trascorsi terreni, pur avendo vissuto una vita particolarmente ricca di interessi e di passioni. Fra queste meritano di essere ricordate quella della fotografia, della pesca, della barca a vela, impegnato anche nell’attività di radioamatore e molte altre. Aveva un’ottima cultura, molto vasta e, oserei dire, quasi enciclopedica: a ogni argomento sapeva rispondere con cognizione di causa, ma sempre con grande modestia e semplicità. Fra tutti gli interessi che coltivava, penso abbia prevalso quello dello sport. Per tanti anni, infatti, è stato volontario alla Polisportiva ‘Endas Monti’ dove ha ricoperto funzioni di allenatore e di direttore sportivo, dispensando in ogni occasione utili consigli di ogni tipo. E’ stato, inoltre, un riferimento per il centro Tre Laghi di Porto Fuori, all’interno del quale ha trascorso molte ore della sua giornata senza mai rinunciare a svolgere con generosità e abnegazione funzioni di ogni tipo. Ho perso, unitamente alla mia famiglia, una persona buona e generosa che dava un grosso peso al valore dell’amicizia e dei rapporti umani. Alla moglie, alle due figlie e ai nipoti che adorava le più sincere condoglianze.

Gianfranco Spadoni, Consigliere “Civici per la Provincia” Ravenna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita tra sport e volontariato, l'ultimo saluto a Claudio: "Persona buona e generosa"

RavennaToday è in caricamento