Una delegazione di militari canadesi in città per visitare il cimitero di guerra

I membri della delegazione sono legati per la maggior parte al reggimento canadese The Governor General’s Horse Guards, che combattè presso il Senio e il Lamone al termine del secondo conflitto mondiale

Il sindaco Eleonora Proni e l’assessore Ada Sangiorgi hanno incontrato mercoledì in municipio a Bagnacavallo una delegazione di militari canadesi. I colonnelli Jay Claggett e Glenn Develiadis e il sergente Daniele Mariani, accompagnati da Mariangela Rondinelli dell’associazione Wartime Friends, hanno anticipato a sindaco e assessore la visita che una delegazione di oltre 90 canadesi effettuerà a maggio 2019 in Italia, in occasione del 75esimo anniversario della conclusione delle battaglie dell’esercito nordamericano nella seconda guerra mondiale. Una tappa del viaggio sarà a Villanova di Bagnacavallo dove verrà visitato il Cimitero di guerra canadese e sono previste altre iniziative celebrative. I membri della delegazione sono legati per la maggior parte al reggimento canadese The Governor General’s Horse Guards, che combattè presso il Senio e il Lamone al termine del secondo conflitto mondiale.

Il Cimitero di guerra canadese di Villanova, che si trova in via Chiesa, è dedicato alla 5 a divisione dell’esercito dello stato nordamericano, alla quale appartengono 86 dei 212 caduti (206 canadesi, sei inglesi) che sono lì sepolti. Molti dei soldati che vi si trovano morirono durante la battaglia sul Lamone, combattuta presso Villanova tra il 10 e l’11 dicembre del 1944. Il più giovane di loro aveva 17 anni, il più anziano 39.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

  • Bonaccini: "Restiamo in zona arancione, ma i negozi riaprono". Scuole? "Riaprirei a dicembre"

Torna su
RavennaToday è in caricamento