rotate-mobile
Cronaca

Una lapide ai marinai caduti a 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale

La cerimonia si terrà presso l’attuale sede della Lega Navale, a Marina di Ravenna all'inizio del molo guardiano, sotto il faro

"Onore a voi tutti, onesti e prodi marinai d'Italia": con queste parole, il 12 novembre 1918, l’Ammiraglio Thaon di Revel, Comandante in Capo delle Forze Navali, concluse il Bollettino della Vittoria della nostra flotta su quella dell’Impero Austro-Ungarico. La Guerra del ’15-’18, di cui quest’anno si celebra il centenario, fu terribile come tutti i conflitti, ma particolarmente sanguinosa per i Marinai che sacrificarono la loro vita: uomini venuti da ogni parte della penisola, chiamati, certo, ma sicuramente uniti da un senso di appartenenza alla Patria. E con l’obiettivo della memoria dei tanti Marinai caduti la Lega Navale Italiana, sezione di Ravenna, ha deciso di scoprire domenica 11 novembre una lapide in loro onore. La cerimonia si terrà a partire dalle 11 presso l’attuale sede della Lega Navale, a Marina di Ravenna all'inizio del molo guardiano, sotto il faro. Alla presenza di autorità civili e militari il disvelamento della lapide, sulla quale sono incise le parole dell’Ammiraglio, sarà l’occasione per ricordare il valore e l’intelligenza con cui la Marina Militare Italiana combatté nel nostro mare Adriatico, di cui anche Ravenna fu punto di approdo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una lapide ai marinai caduti a 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale

RavennaToday è in caricamento