rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Una mattinata dedicata alla cultura marinara: Ravenna in festa per la Giornata del Mare

L’iniziativa prevede ogni anno la partecipazione di diverse figure professionali del lavoro marittimo e portuale, che hanno l’occasione di raccontare la propria attività legata al mare

Ravenna ha celebrato giovedì la 'Giornata del Mare 2024'. Con l’istituzione di questa iniziativa presso gli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, il Legislatore ha inteso "sviluppare la cultura del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico". In quest’ottica, la Direzione Marittima dell’Emilia-Romagna e Capitaneria di porto Guardia Costiera di Ravenna, il Ministero dell’istruzione e del merito - Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna (Ufficio X - Ambito Territoriale per la provincia di Ravenna), il Comune di Ravenna (Assessorato al porto e Assessorato alla cultura, scuola, università) e l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale di Ravenna sono impegnati nell’organizzazione di un evento rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie della città di Ravenna.

Giornata del Mare 2024 (foto Massimo Argnani)

L’iniziativa prevede ogni anno la partecipazione di diverse figure professionali del lavoro marittimo e portuale, che hanno l’occasione di raccontare la propria attività legata al mare con personale di rappresentanza, materiale espositivo e con le proprie imbarcazioni. Tra gli altri quest'anno erano presenti anche gli studenti dell’Itis N. Baldini del corso Conduzione del mezzo navale, che hanno avuto l’occasione di raccontare le proprie esperienze e attività legate al mare, il museo della Marineria di Cesenatico, il museo dell’attività subacquea di Marina di Ravenna, il CESTHA (Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat marini), l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il Welfare della Gente di Mare, la Stella Maris, l’Associazione degli Agenti Marittimi Raccomandatari di Ravenna, la Guardia Costiera Ausiliaria di Ravenna, l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, la Lega Navale Italiana di Ravenna, il Circolo Velico Ravennate, la Croce Rossa Italiana, l’Associazione di volontariato Marinando, la Cooperativa bagnini di Ravenna, la Compagnia portuale e Associazione Italiana di Tecnica Navale.

adm

In mattinata si è aperto il ponte mobile per consentire il passaggio di un convoglio di diverse unità navali tra le quali quella della Guardia Costiera, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, dei Piloti del porto, del Gruppo ormeggiatori, della Cogemo con il Motopesca Tenente, della TST Soldati con una barca a vela, della Società Bambini con un Supply Vessel, della Simap con una motobarca per ritiro rifiuti, della Secomr con una motobarca disinquinante e della Società Marine Consulting con un motopontone.

L’evento ha lo scopo di avvicinare la conoscenza della cultura e delle tradizioni marinare e, più in generale, il mondo produttivo, economico, ambientale, culturale, scientifico e sportivo che ruota intorno alla risorsa “mare” e che da questa trae la propria ragione d’essere oltre che il proprio sostentamento. Una mattinata durante la quale gli studenti sono stati intrattenuti dai rappresentanti della realtà marittima ravennate e hanno potuto ascoltare racconti e assistere ad attività, all’insegna della curiosità di scoprire un mondo di grande fascino al quale sempre più si lega la città di Ravenna.

adm

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mattinata dedicata alla cultura marinara: Ravenna in festa per la Giornata del Mare

RavennaToday è in caricamento