menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una passione di mille colori: si celebra la 51esima Festa della Montagna

L'Unione operaia escursionisti italiani Faenza ha organizzato l’edizione numero 51 della Festa della Montagna che, in tre serate, ha coinvolto oltre 700 spettatori

Dopo la manifestazione del mezzo secolo, intensa, memorabile e forse irripetibile, era difficile ripartire, ma con l’entusiasmo di sempre, l’Uoei (Unione operaia escursionisti italiani) Faenza ha organizzato l’edizione numero 51 della Festa della Montagna che in tre serate alla sala “Zanelli” del centro fieristico ha coinvolto oltre 700 spettatori. Dopo aver viaggiato nel tempo con la “Storia delle Alpi” dello scrittore Enrico Camanni e intorno alla Romagna con il docufilm di Nevio Agostini, Marco Civinelli, Marco Ruffilli e Sandro Bassi, si è dato spazio all’avventura sul ripido e al grande sport. I fratelli Florian e Martin Riegler, scalatori di Bolzano una delle cordate più forti al mondo, hanno ripercorso la loro carriera di scalatori passata attraverso imprese di difficoltà estrema. Collega dei “Rieglerbrothers”, Marika Favè è tra i 23 alpinisti che raccontano nel libro “Montagne senza vetta. Il coraggio di sentirsi liberi” di Massimo Dorigoni, della loro esperienza di rinuncia alla vetta. A parlare del libro, la cui vendita finanzia il progetto “Rifugio Cardioprotetto”, per dotare i rifugi alpini Sat di un defibrillatore semiautomatico, oltre all’autore e alla scalatrice, unica guida alpina donna del Trentino, anche Iva Berasi, direttrice della Accademia della Montagna. E’ stato il grande sport con “Val di Fassa, sfida mondiale” a chiudere la manifestazione. Ospite d’onore il fassano Stefano Gross, sciatore azzurro campione di slalom speciale, tra gli elementi di punta della Nazionale azzurra che ha parlato della stagione agonistica in Coppa del Mondo che culminerà nelle Olimpiadi di Pyeongchang, in Corea del Sud. “Sabo” continua la tradizione degli atleti azzurri della Val di Fassa, che nel febbraio 2019 ospiterà i Campionati Mondiali Junior di sci alpino presentati a Faenza per la seconda volta in assoluto con l’intervento di Massimo Turolla membro del direttivo dei Mondiali e dello Ski Team Fassa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento