rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Cervia

Una raccolta fondi per donare una temperatrice per il cioccolato all'Alberghiero

La consulta del volontariato di Cervia lancia una raccolta fondi per l'Istituto alberghiero Tonino Guerra. "La richiesta è giunta a orecchie sensibili, dove spesso la parola aiuto si coniuga con quella del volontariato"

La consulta del volontariato di Cervia lancia una raccolta fondi per l'Istituto alberghiero Tonino Guerra. "Il desiderio dell'istituto e della direttrice Scilla Reali era quello di poter disporre di un nuova macchina temperatrice per il cioccolato, così da arricchire gli strumenti a disposizione della scuola e di conseguenza la formazione - spiegano dalla consulta - L’istituto opera da anni in sinergia con tutte le realtà produttive del territorio offrendo capacità lavorative ad altissimo livello. La richiesta è giunta a orecchie sensibili, dove spesso la parola aiuto si coniuga con quella del volontariato".

Ed è così che la Casa del Volontariato, nella figura del vicepresidente del coordinamento del Volontariato di Cervia, ha colto la palla al balzo offrendo l’opportunità di raccogliere una somma importante con una tombola ‘speciale’ venerdì 31 gennaio alle 20:30 presso la nuova Casa in via Villafranca 8b a Cervia. "La speranza è quella di raccogliere una cifra importante, affinché il crowdfunding appena proposto dall’istituto possa trovare la più rapida delle soluzioni - spiega il vicepresidente del coordinamento - Vivere il territorio non è solo ricevere aiuti da parte della comunità ma anche quello, quando possibile, di ricambiare quello che la bontà della gente ci ha sempre concesso. Con l’Istituto abbiamo sempre avuto una stupenda collaborazione, non a caso le ultime edizioni delle Cene del Volontariato si sono svolte proprio qui e quindi ci è sembrato naturale rispondere alla loro richiesta. La Consulta raccoglie 33 associazioni di Volontariato del territorio cervese e con la nuova casa appena inaugurata poche settimane fa si è iniziato un nuovo percorso. La casa è di chi la vive ed è con questo slogan che la Consulta permetterà a tutti di poterne disporre. Viviamo insieme a tantissime persone che quotidianamente si prestano ad aiutare fuori dal clamore dei riflettori persone con problemi e disagi. La casa non è solo un luogo di aggregazione, ma anche lo stimolo per spingere i nostri concittadini di uscire di casa e vivere la propria vita nel modo migliore: insieme".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una raccolta fondi per donare una temperatrice per il cioccolato all'Alberghiero

RavennaToday è in caricamento