rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Una scuola su dieci "sfora" la soglia massima di studenti stranieri

Nella provincia di Ravenna le classi "in deroga", quelle che cioè superano la soglia del 30% di percentuale di studenti stranieri, sono quasi una su dieci

Nella provincia di Ravenna le classi "in deroga", quelle che cioè superano la soglia del 30% di percentuale di studenti stranieri, sono quasi una su dieci. Sono i dati che l'Ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna ha comunicato che nell’anno scolastico 2017/18. 

In Regione sono pervenute oltre 111mila domande di iscrizioni al primo anno delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado. Fra questi i soli iscritti alle elementari risultano essere secondo i dati provinciali: 7.799 a Bologna; 5.929 a Modena; 4.683 a Reggio Emilia; 3.446 a Parma; 3.346 a Forlì-Cesena; 3.033 a Ravenna; 2.706 a Rimini; 2.441 a Ferrara; 2.160 a Piacenza. Per disposizione ministeriale le classi nelle scuole statali devono essere costituite tenendo conto del limite massimo del 30% di alunni con cittadinanza non italiana. Ma se non è possibile rispettare i limiti, allora si chiede la deroga: dai dati forniti dall’Ufficio scolastico regionale risulta che nell’anno scolastico 2017-2018 la media regionale delle classi composte da stranieri oltre il limite del 30% è stata ben del 13,1% (3.278 classi in deroga su 24.929 totali). Squilibrio fra le classi che si riduce con l'aumento del livello di istruzione scolastica: infatti una distribuzione più equilibrata delle classi si ravvisa alle secondarie di secondo grado (0,6%), seguita dalle secondarie di primo grado (3,1%), dalle primarie (6,1%) e che vede, invece, all’ultimo posto l’infanzia (10,2%).

Se facciamo una graduatoria regionale sulle classi in deroga, vediamo Piacenza spiccare al primo posto col suo 24% (409 classi in deroga su 1.704), seguita da Modena col 17,9% (763 su 4.253), Parma col 14,4% (352 su 2.437), Reggio Emilia col 14,3% (441 su 3.091), Bologna col 12,4% (647 su 5.232), Ferrara col 10% (185 su 1.843), Forlì-Cesena col 9,1% (219 su 2.398), Ravenna col 9% (186 su 2.056) e, infine, all’ultimo posto Rimini col 4% (76 classi su 1.915 totali).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una scuola su dieci "sfora" la soglia massima di studenti stranieri

RavennaToday è in caricamento