Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Cervia

Una tradizione che si rinnova dal 1445: tante novità per lo Sposalizio del Mare

La festa si conclude con la cerimonia del matrimonio con il mare Adriatico e con il lancio della fede nuziale che i giovani cervesi sono pronti a " ripescare" ancora prima che tocchi la superficie dell'acqua

Una festa ricca di tradizione e di poesia quella dello Sposalizio del Mare che si rinnova ogni anno dal
1445. Le origini si fanno risalire ad una leggenda legata al vescovo di Cervia Pietro Barbo, veneziano
di origine. La festa si conclude con la cerimonia del matrimonio con il mare Adriatico e con il lancio
della fede nuziale che i giovani cervesi sono pronti a “ ripescare” ancora prima che tocchi la superficie
dell’acqua. E’ l’arcivescovo di Ravenna e Cervia, come ogni anno, a celebrare l’antico rito ormai divenuto propiziatorio per la stagione estiva. Ogni anno Cervia in occasione della festa rinnova l’amicizia con una città partner, che quest’anno sarà Innsbruck, città austriaca capoluogo del Tirolo Settentrionale e dello stato federato austriaco del Tirolo. Si tratta, per la città di Cervia, di un importante bacino turistico curato dalla promozione della nostra area e oggi meglio collegato a seguito della tratta ferroviaria Monaco-Rimini che da quest’anno prevede anche la fermata di Cesena. Il servizio di navetta attivato da Taxi Minibus trasporterà direttamente gli ospiti austriaci dalla stazione di Cesena agli hotel prenotati. Fra Cervia e la città austriaca c’è un’amicizia di vecchia data che risale al 1999, anno dal quale, ininterrottamente, Innsbruck partecipa alla manifestazione Cervia Città Giardino. Durante le giornate dello Sposalizio del Mare saranno ospiti a Cervia, fra gli altri Gerhard Fritz, sssessore al verde, Thomas Klinger, direttore del servizio verde, Stefan Engele, responsabile degli allestimenti floreali dello spazio verde assegnato a Innsbruck.

La delegazione, insieme al sindaco di Cervia Luca Coffari e a monsignor Lorenzo Ghizzoni, uscirà in mare per celebrare l’antico rito dello Sposalizio del Mare domenica 28 maggio, come impone la secolare tradizione. Sabato 27 maggio alle 11.30 al Magazzino del sale Cervia darà il benvenuto agli ospiti, al quale seguirà la consegna dell’anello e lo scambio di doni fra le due città. L’evento porta con sé come ogni anno la magia della leggenda, del mito, e il fascino unico della cerimonia religiosa sulle acque del mare Adriatico. Alle 15 si esibiranno gli Sbandieratori e Musici di borgo Durbecco (Faenza). La folla degli affezionati seguirà la cerimonia solenne nel duomo di Cervia per poi spostarsi con il corteo delle autorità, della delegazione di Innsbruck e dei figuranti che ripropongono figure storiche dell’epoca, ma anche gli antichi mestieri della città dai salinari, ai pescatori, ai panettieri, fino all’imbarco per l’uscita in mare che avverrà alle 18.00. Sulle banchine del porto canale saranno ormeggiate le motonavi che usciranno in mare per vedere da vicino l’antica cerimonia. Dopo i festeggiamenti per il pescatore dell’anello, la giornata si chiuderà con la tradizionale cuccagna sull’acqua dove i giovani si sfideranno sul palo scivoloso inclinato sul porto canale dalle 21.00. La tradizionale festa è motivo per proporre le ricette della tradizione marinara allo stand dei pescatori attivo già dalla serata di giovedì 25 maggio fino alla sera di domenica 28. In piazza Pisacane sabato e domenica e nell’area della Torre San Michele anche il venerdì degustazioni di pesce a cura dei ristoranti del Consorzio Cervia Centro, mentre a Borgo Marina saranno i ristoranti di via Nazario sauro a proporre sapori marinari. Giovedì sarà attivo anche il mercato di Borgomarina Vetrina di Romagna. Domenica dalle ore 15.00 sarà attivo il banco delle Poste per lo speciale annullo postale. Non mancheranno l’Archery Open Day il sabato pomeriggio e la sfida di tiro con l’arco Trofeo dell’Anello la domenica mattina. Domenica sarà anche il giorno della regata storica delle barche da lavoro con vele al terzo, la “Cursa di Batel”dedicata a Paolo Puzzarini.

Sposalizio del mare ===> Tutte le novità dell'edizione 2017

Le mostre
Il magazzino del sale “Torre” ospita l’affascinante mostra "Pescamare- Ti racconto una cosa ...del
mio mare", una raccolta di oggetti e pensieri scritti dai cittadini nell’ambito delle attività di valorizzazione del territorio a cura dell’Ecomuseo del Sale e del Mare di Cervia. Per far rivivere e offrire agli ospiti le tradizioni del mare e della pesca. La mostra fotografica "Lo Sposalizio del Mare" di Luigi Tazzari propone invece un tuffo nella passata edizione della manifestazione e nella magia di attimi e particolari fermati dall’obiettivo e dalla sensibilità del noto fotografo ravennate. Sempre dedicata al mare Adriatico la mostra di pittura di artisti locali dal titolo "Alta Marea, naufragando tra le onde dell’arte" realizzata al magazzino Darsena a cura dell’associazione NICompany. In sala Rubicone si passa dal mare al sale con la mostra fotografica a cura dell’Associazione Ps poloni "Wielizka. Miniera di sale polacca. Il patrimonio della umanità". Le mostre saranno inaugurate giovedì alle 18.30 nel corso dell’apertura della manifestazione.

La memoria
Il mare ancora protagonista sabato 27 maggio alle 21.00 al magazzino del sale nel Trebbo dei Pescatori, che proporrà racconti e testimonianze legate allo Sposalizio del Mare e alle sue origini. Conduttrice e animatrice della serata Maria Pia Timo, attrice e comica conosciuta per gli interventi in diversi varietà quali Zelig Vespa Teresa, Stamo tutti bene, Fratelli Coltelli. Maria Pia ormai da tre anni conduce il trebbo dello Sposalizio del Mare. A raccontare il Mare con storie di ieri e di oggi ancora il mondo dei marinai e dei pescatori. Per scoprire le storie delle famiglie si potrà seguire ,sempre sabato, la passeggiata patrimoniale dedicata alla marineria e alla pesca organizzata dall’associazione Festa, associazione dei facilitatori dell’Ecomuseo del Sale e del Mare. La partenza è prevista dalla torre SanMichele alle 16.30. La passeggiata sarà replicata domenica 28 alle 10.30. Legate alla tradizione anche le visite guidate in programma sabato alle 15.00 e alle 15.30 dedicate ai villini liberty e al centro storico di Cervia. Venerdì 26 e sabato 27 nel magazzino del sale l’Ecomuseo del Sale e del Mare organizza due seminari dal titolo "Ecomuseo: un gesto d’amore per la cultura" ed "Ecomuseo come bene comune" che tratteranno i temi di partecipazione e cittadinanza attiva. Sarà presente Hugues de Varine, il “padre” degli ecomusei. In piazza Pisacane domenica 28 maggio alle 12.00 verrà scoperta la targa descrittiva della pietra delle misure restaurata nel 2016 dal Lions Club Cervia Ad Novas.

sposalizio del mare - i50-l pescatore dell'anello insieme al sindaco e al vescovo-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una tradizione che si rinnova dal 1445: tante novità per lo Sposalizio del Mare

RavennaToday è in caricamento