Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Una vita dedicata alla musica: il maestro Giuseppe Montanari Commendatore della Repubblica

Lughese di nascita ma da vent’anni residente a Bagnacavallo, il maestro Montanari ha dedicato la sua vita alla musica, in particolare come direttore d’orchestra, direttore musicale e insegnante

Martedì al maestro Giuseppe Montanari, insignito del titolo di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica, è stata consegnata la relativa onorificenza presso il Salone degli Stemmi della Prefettura di Ravenna. Erano presenti il prefetto Enrico Caterino e la sindaca di Bagnacavallo Eleonora Proni.

Lughese di nascita ma da vent’anni residente a Bagnacavallo, classe 1940, il maestro Montanari ha dedicato la sua vita alla musica, in particolare come direttore d’orchestra, direttore musicale e insegnante. Diplomato al Conservatorio G.B. Martini di Bologna, ha collaborato stabilmente per decenni con il Maggio Musicale Fiorentino e la Scala di Milano in qualità di direttore musicale. Ha poi diretto concerti in Italia e in Europa e vinto numerosi premi, anche internazionali. È stato inoltre docente per trent’anni al Conservatorio di Bologna. In Romagna ha collaborato con l’associazione polifonica di Ravenna, gli Amici dell’Arte di Lugo e la Pro Loco di Lugo di cui è stato vicepresidente negli anni Settanta. Attualmente collabora con la Pro Loco di Bagnacavallo, assieme alla quale ha portato a Bagnacavallo nel 2019 il maestro Riccardo Muti per l’intitolazione della sala del Ridotto del Teatro Goldoni alla cantante lirica Ebe Stignani.

"Sono molto onorato per il titolo di cui sono stato insignito – ha commentato il maestro – perché con esso si sono riconosciuti tutti i miei 60 anni di carriera, da quando ancora ragazzo ero organista a Lugo fino a oggi, periodo in cui sono impegnato a scrivere il nuovo inno nazionale di Aido. Nonostante la mia professione mi abbia portato a viaggiare in tutto il mondo, sono sempre rimasto legatissimo alla Romagna, dove sto particolarmente bene e torno ogni volta molto volentieri".

2019 targa Stignani Montanari - Proni - Muti-2

La Pro loco Lugo, con il presidente Cristiano Cavolini, il vicepresidente Mauro Marchiani e tutto il consiglio direttivo, esprime la sua più sincera soddisfazione per il prestigioso riconoscimento ottenuto dal maestro Giuseppe Montanari. "Quella che lega Pro loco e il maestro Montanari è un’amicizia lunga e profonda: l’associazione ha avuto il piacere di averlo al suo fianco nell’organizzazione di iniziative particolarmente riuscite: pensiamo a Rossinissimo, la mostra, da lui curata, che nel 2018 ha voluto ricordare i 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini, ma anche al doppio omaggio al maestro Alceo Toni senza dimenticare VinLugo, la prima manifestazione lughese dedicata esclusivamente al vino. Con lui la Pro loco Lugo, di cui è stato vicepresidente negli anni Settanta, sta già ragionando su alcune iniziative da proporre appena le condizioni sanitarie e le normative anti-Covid lo permetteranno. Al maestro Montanari, che possiamo con pieno e legittimo orgoglio definire eccellenza artistica del nostro territorio, vanno le congratulazioni di tutta la Pro loco. Il titolo che gli è stato conferito è il sigillo ad una straordinaria carriera artistica e musicale".

Lo staff della Pro loco con Montanari e Riccardo Muti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita dedicata alla musica: il maestro Giuseppe Montanari Commendatore della Repubblica

RavennaToday è in caricamento