rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Cervia

Una webcam per riprendere la prima nascita mai documentata delle tartarughe marine

Per mostrarci il ciclo evolutivo di questa specie è stata installata una webcam che riprende quotidianamente - 24 ore su 24 - la vita del “nido”

In una striscia di spiaggia libera accanto al “Cala Zingaro” di Milano Marittima c’è la nursery delle tartarughe marine “Caretta Caretta”, la specie più comune presente nel mare Adriatico. Da qualche giorno, in quel corridoio di sabbia, per mostrarci il ciclo evolutivo di questa specie, è stata installata una webcam che riprende quotidianamente - 24 ore su 24 - la vita del “nido”.  

A creare il progetto è stato il fotografo ravennate Ottavio Giannella che si è occupato dell’installazione del sistema di ripresa grazie ai preziosi consigli del biologo Andrea Ferrari del Tao (Turtles of the Adriatic Organization). Si tratta di un sistema continuativo di ripresa in alta definizione molto interessante perché potrebbe fornire alcune informazioni scientifiche fino ad oggi inedite sulla nascita e l’evoluzione di questi carapaci. 

Le riprese, ad esempio, puntano a documentare il formarsi progressivo del tipico avvallamento che si crea negli ultimi giorni proprio nell’area in cui sono sepolte le uova. Qualche ora prima della loro fuoriuscita, infatti, le tartarughe - rompendo il guscio - “abbassano” il livello di sabbia sopra di esse. E’ quello il segnale inequivocabile di una loro imminente uscita verso la luce. Il fenomeno potrebbe essere immortalato proprio nei prossimi giorni e dunque la nascita dei nuovi esemplari dovrebbe essere imminente. 

Il progetto - che mostrerà pubblicamente per la prima volta in Romagna la deposizione e la schiusa delle uova di tartarughe marine - è stato reso possibile grazie al supporto della Fondazione “Cervia In”, un ente turistico che ha come mission la promozione della città di Cervia. Fin da subito, l’Associazione ha sostenuto l’iniziativa per far condividere al maggior numero di persone possibili un evento naturalistico mai ammirato prima. Notizie come queste, infatti, raccontano la natura intorno a noi e ci rassicurano sullo stato di salute dei nostri mari e delle nostre coste. Fondamentale anche la collaborazione del Parco del Delta del Po, che ha messo a disposizione il suo canale YouTube per le pubblicazioni quotidiane delle clip che mostreranno agli utenti l’evolversi graduale della situazione nell’area di nidificazione.
0ee93712-f8c1-4d5b-aa21-3f8c87f99129

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una webcam per riprendere la prima nascita mai documentata delle tartarughe marine

RavennaToday è in caricamento