rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Lugo

Unione della Bassa Romagna, contributi per i centri estivi: come richiederli

Anche i Comuni della Bassa Romagna hanno aderito all’iniziativa regionale che prevede un sostegno per le famiglie che avranno la necessità di utilizzare i servizi estivi

L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna aderisce al “Progetto regionale conciliazione vita- lavoro”, finanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo per sostenere economicamente le famiglie che avranno la necessità di utilizzare i servizi estivi per bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia, elementari e medie nel periodo estivo.

Il progetto prevede un contributo alle famiglie per consentire loro di fronteggiare la spesa e favorire la partecipazione di bambini e ragazzi dai 3 ai 13 anni ai servizi estivi. Il contributo stanziato è di un massimo di 210 euro a famiglia (70 euro a settimana per massimo tre settimane di frequenza). Possono farne richiesta le famiglie residenti in uno dei Comuni della Bassa Romagna, con un Isee non superiore a 28mila euro e composte da entrambi i genitori, o uno solo in caso di famiglie mono genitoriali, in una delle seguenti condizioni: occupati, lavoratori in cassa integrazione, in mobilità oppure disoccupati che partecipino alle misure di politica attiva del lavoro definiti dal patto di Servizio con il Centro per l'impiego. La domanda di contributo deve essere presentata entro il primo giugno esclusivamente online. Sul sito www.labassaromagna.it è possibile scaricare il bando e reperire tutte le informazioni dettagliate, anche relativamente ai centri estivi che hanno aderito al Progetto. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi agli sportelli sociali educativi presenti in ciascun Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione della Bassa Romagna, contributi per i centri estivi: come richiederli

RavennaToday è in caricamento