Uomini e cani si "stringono la zampa" con il progetto 'Byebau'

Un progetto partecipativo per lo sviluppo di un modello collaborativo di convivenza sostenibile fra uomini e cani nelle piazze, spiagge e aree verdi di Cervia

Arca 2005 – Associazione Ravennate Cervese Animali ha promosso, con il contributo e sostegno del Comune di Cervia, un progetto partecipativo per lo sviluppo di un modello collaborativo di convivenza sostenibile fra uomini e cani nelle piazze, spiagge e aree verdi di Cervia. Il progetto è stato beneficiario del contributo regionale a sostegno dei processi partecipativi L.R. 15/2018 (Bando 2018).

Il percorso partecipativo, svoltosi nel periodo gennaio – giugno 2019, si è posto l’obiettivo di creare un connubio virtuoso tra la conoscenza degli animali e gli aspetti normativi - gestionali valorizzando le risorse del singolo e della comunità nella soluzione dei problemi. L’esigenza di un confronto nasce dall'insieme di numerose segnalazioni che giungono quotidianamente all'Amministrazione comunale riguardanti problemi di sicurezza, problemi di decoro e igiene degli spazi pubblici e problemi socio-relazionali tra cittadini e proprietari di cani.

Il percorso partecipativo ha impegnato la comunità in attività di diversa natura, con il fine di coinvolgere nel processo persone di diversa età e diversa familiarità con i cani: un evento di attivazione “Festa degli animali”, tre incontri pubblici (rivolti in ordine alle persone con cani in famiglia, a persone che non hanno mai accolto cani nel nucleo familiare e a titolari o gestori di attività aperte al pubblico), un concorso scolastico (rivolto a tutte le scuole primarie del territorio), un laboratorio presso il canile comunale “A. Coatti” alla presenza di un educatore cinofilo e un evento di condivisione presso l’area di sgambamento Laika “Festa del Bastardino e non”. Il processo, attraverso il coinvolgimento attivo di circa 400 cittadini tra adulti e bambini, ha individuato criticità e opportunità nel rapporto di reciproco benessere tra uomo e cane, portando a diverse proposte condivise riguardanti la sfera della persona (corsi, vademecum, app o mappe, formazione dog sitter) e l’ambito dei servizi (criteri funzionali di aree di sgambamento, sportello comunale dedicato, dog club).

“La Giunta comunale – ha dichiarato l'assessora Bianca Maria Manzi – ha preso atto degli esiti del progetto riportati nel documento di proposta partecipata e ne ha assunto i risultati quali indirizzo per le azioni successive. Siamo contenti che questo percorso abbia visto molta partecipazione da parte dei cittadini, soprattutto dei bambini che ne sono rimasti entusiasti. La tutela degli animali e la convivenza sostenibile tra uomini e cani sono argomenti importanti che meritano tutto il nostro sostegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

Torna su
RavennaToday è in caricamento