menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Va a Fusignano il primo premio della Lotteria di Natale dello Ior

Consegnata un'auto al fortunato vincitore che ha ricevuto il biglietto dall'azienda in cui lavora. Per lo Ior un incasso superiore ai 50mila euro

Nei giorni scorsi è stato consegnato il primo premio della Lotteria Ior di Ravenna, dal titolo “A Natale vinci per aiutare”: ad aggiudicarsi la Volkswagen UP! messa in palio in collaborazione con la concessionaria Sva Group è stato il biglietto numero 63010. La matrice più fortunata apparteneva al signor Fabio Emaldi, quarantaduenne residente a Fusignano, che ha potuto così ritirare nei giorni scorsi la sua nuova vettura nel corso di una piccola cerimonia di consegna a cui era presente anche Mario Pretolani, Consigliere Ior per il territorio bizantino.

La vittoria ha sicuramente un retrogusto particolare, per com’è avvenuta. Il Cral dell’azienda Vulcaflex di Cotignola, non potendo organizzare la classica cena per gli auguri di fine anno a causa delle restrizioni in materia di contenimento del contagio da Covid-19, ha deciso di donare 8 biglietti della Lotteria Ior a ciascuno dei suoi 450 dipendenti: un gesto che ha portato alla causa della ricerca scientifica volta allo studio di nuove strategie terapeutiche per i pazienti oncologici un contributo di ben 9.000 euro. Per una volta si può dire che la Fortuna abbia deciso di togliersi la benda dagli occhi, affidando la matrice vincente proprio a Fabio Emaldi, che ha ricevuto in questo modo la matrice vincente.

"Il territorio di Ravenna è stato di gran lunga il più entusiasta nei confronti di questa iniziativa – spiega il Direttore Generale Ior, Fabrizio Miserocchi – nonostante fosse una prima assoluta per questa provincia sono stati distribuiti ben 19.355 biglietti sui 20.000 che avevamo a disposizione, per un incasso superiore ai 50.000 euro. Il fatto che il biglietto vincente sia andato proprio ad una delle tante aziende che hanno contribuito a vario titolo al successo di questo grande gioco solidale è indicativo di come questa provincia, dai semplici cittadini ai vertici delle realtà imprenditoriali più strutturate, abbia a cuore la causa che portiamo avanti. Con questo contributo speriamo di poter dare una mano a rendere il futuro della lotta contro il cancro un po’ più presente per tutti coloro che soffrono oggi, ogni giorno: il ricavato andrà interamente all’IRST di Meldola per gli studi sull’immunoterapia, il trattamento più promettente che abbiamo per dare nuove armi ai nostri medici e ulteriori speranze ai pazienti".

Chiunque si sia aggiudicato uno dei 22 premi in palio per la Lotteria di Ravenna ha tempo fino al 6 aprile per recarsi in sede, in via Salara 36, a reclamare la vincita: per tutti gli altri la soddisfazione di aver fatto un gesto di grande valore, oltre alla possibilità di poter tramutare i biglietti in buoni-sconto per la propria spesa in ogni Conad della Romagna. Per ciascuna matrice non vincente presentata in cassa fino al 28 febbraio, su ogni 15 euro di acquisti effettuati, verrà riconosciuto uno sconto di 2.50 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento