rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Riolo Terme

Va ad Antonio Patuelli il riconoscimento "Un va a zezz" 2013

Il 14 dicembre durante un pranzo di beneficenza presso i laboratori dell’IPSSAR "P. Artusi" di Riolo Terme, verrà consegnato ad Antonio Patuelli il riconoscimento

Il 14 dicembre durante un pranzo di beneficenza presso i laboratori dell’IPSSAR "P. Artusi" di Riolo Terme, verrà consegnato ad Antonio Patuelli il riconoscimento “UN VA A ZEZZ 2013”. Continua l’elenco delle grandi personalità che salgono nella cittadina termale per questo appuntamento, dopo Milena Gabanelli, Emilio Giannelli, Fabrizio Gatti, Mario Calabresi e la mamma Gemma Capra, Ilaria Borletti Buitoni, Massimo Cirri, lo scorso anno, Laura Boldrini.

L’attuale presidente della Camera ha infatti accolto l’invito lo scorso anno della locale sezione donatori sangue AVIS che in collaborazione con il Comune, le Terme di Riolo, la Pro Loco e l’Istituto Alberghiero assegna ogni anno l’ambito cristallo di gesso.

Antonio Patuelli nasce a Bologna il 10 febbraio1951. Il padre, titolare di un'impresa agricola nelle campagne ravennate insegna Economia agraria alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bologna. Anche Antonio decide di studiare legge, ma in un'altra università. Nel 1975 si laurea in Legge all'Università di Firenze con il massimo dei voti. Entrato nel mondo bancario, ha impresso un forte sviluppo alla Cassa di Risparmio di Ravenna È titolare dell'Azienda Agricola di famiglia. Dal 1982 è sposato ed ha una figlia, Alessia. Per due legislature è stato Deputato a Montecitorio, dove ha fatto parte delle Commissioni parlamentari: Istruzione e belle arti; Agricolatura e foreste; Bilancio e tesoro, Bicamerale per le Riforme Istituzionali (di cui ha presieduto il Comitato per le Garanzie Costituzionali). Inoltre ha fatto parte del Comitato per la Riforma delle Casse di Risparmio e nella Giunta per il Regolamento. Antonio Patuelli è stato sottosegretario Difesa nel Governo Ciampi . La sua carriera nell'Associazione Bancaria Italiana comincia nel1988, quando entra nel Consiglio e nel Comitato Esecutivo. È stato il Vicepresidente nei bienni 2002-2004 e 2006-2008 e Vicepresidente Vicario nel biennio 2010-2012. A gennaio 2013 a seguito delle dimissioni del presidente dell'ABI Giuseppe Mussari, il comitato di presidenza propone all'unanimità come suo successore, Antonio Patuelli. Studioso di storia Costituzionale e Risorgimentale, Antonio Patuelli è direttore responsabile della rivista fondata da Giovanni Malagodi : Libro Aperto ed editorialista del Resto del Carlino, La Nazione e del Giorno.

Per la prima volta questo riconoscimento va ad un esponente di primissimo livello del mondo bancario. In un momento come questo in cui il comune sentire nutre una certa diffidenza sia nei confronti del mondo politico che di quello bancario è veramente significativo che Antonio Patuelli, che dell’uno è stato e dell’altro è protagonista di primo piano, non sia nemmeno sfiorato da ombre di alcun tipo. Il riconoscimento “un va a zezz” vuole così clamorosamente sfatare il noto adagio “nemo profeta in patria” tributando, nella cittadina romagnola, ad un romagnolo DOC, questo attestato da parte di realtà che, a livello locale, rappresentano il mondo del volontariato, della scuola, delle istituzioni e dell’imprenditoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va ad Antonio Patuelli il riconoscimento "Un va a zezz" 2013

RavennaToday è in caricamento