Cronaca

Va al posto del padre all'esame per la lingua italiana: denunciato un 20enne

I sospetti di un componente della commissione esaminatrice sull'identità si sono concretizzati quando l'uomo ha esibito un passaporto la cui immagine ritraeva una persona diversa

Padre e figlio, senegalesi di 42 e 20 anni, sono stati denunciati con l’accusa di truffa. Il 20enne anche per il reato di sostituzione di persona. Sabato mattina scorso, all’Istituto Comprensivo Statale "Ricci-Muratori" di Ravenna, si sono svolti i test finalizzati ad accertare la comprensione della lingua italiana da parte dei cittadini extracomunitari che hanno presentato un’istanza di permesso di soggiorno per lungo periodo.

I sospetti di un componente della commissione esaminatrice sull’identità di una persona, si sono concretizzati quando quest’ultima ha esibito un passaporto la cui immagine ritraeva una persona diversa. E’ stato richiesto l’intervento di una Volante della Polizia che, giunta sul posto, ha proceduto all’identificazione del ragazzo.

Gli accertamenti effettuati dai poliziotti hanno confermato che il giovane non era l’intestatario del documento esibito in precedenza, risultato poi essere del padre, al quale si era sostituito nel test.
Pertanto, entrambi sono stati indagati in stato di libertà per il reato di truffa in concorso ed il giovane anche per il reato di sostituzione di persona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va al posto del padre all'esame per la lingua italiana: denunciato un 20enne

RavennaToday è in caricamento