In monopattino da Tarvisio ad Ancona passando per la Romagna: il viaggio di Stefano

Dopo essersi fermato a Ravenna il viaggio ecosostenibile di Stefano Giusto è proseguito verso Cervia passando dalla Pineta di Classe: "Un percorso bellissimo"

Il monopattino elettrico è una delle "novità" dell'anno, lo vediamo sempre più spesso sulle nostre strade e in giro per le città, ma avete mai pensato di utilizzarlo come mezzo di trasporto per la vostra vacanza? C'è qualcuno che l'ha fatto: il veneziano Stefano Giusto che, per le sue due settimane di ferie, ha ideato un itinerario ecosostenibile a bordo del suo monopattino elettrico.

Un percorso di oltre 500 chilometri che porta Stefano ad attraversare l'Italia nord-orientale da Tarvisio ad Ancona, passando naturalmente dalle città di Ravenna e Cervia. Questo inusuale viaggiatore ha fatto tappa nella città dei mosaici lunedì 20 luglio e sosta a Pinarella di Cervia martedì, prima di proseguire il suo itinerario.

Nel frattempo, quella che era nata come una semplice vacanza è diventata qualcosa di più, perché l'impresa di Stefano si è fatta strada anche attraverso i social, in particolare Instagram (stefano.giusto10), raggiungendo l'interesse di follower, radio e giornali. Il periodo di ferie si è trasformato in una bella avventura green, con il mezzo di trasporto più chiacchierato dell'anno. E proprio mentre passava nella provincia ravennate Stefano ha raccontato anche a noi il suo viaggio ecosostenibile.

Un itinerario di oltre 500 km attraverso il centro-nord Italia su monopattino elettrico. Da dove nasce questa tua sfida?

Il mese scorso ero sul divano e pensavo a cosa fare nelle mie ferie di luglio, così ho pianificato questo viaggio. Mi sono dotato di un nuovo monopattino elettrico, più stabile, potente e ammortizzato e con più autonomia (fino a 35-40 km).

Hai incontrato molte difficoltà lungo il percorso?

Qualche inconveniente c'è stato. Ogni tanto ho commesso un errore nel calcolare la durata della batteria e mi sono ritrovato a dover camminare. Dopo dieci chilometri invece, tra Udine e Codroipo, ho trovato un sottopasso allagato: a quel punto la scelta era tornare indietro sul percorso sterrato che avevo appena affronttato, rischiando di forare e attraversare il sottopasso. Allora mi sono messo il monopattino in spalla e ho attraversato il "lago melmoso". Un'altra volta poi ho proprio forato ed è stato difficile trovare qualcuno per cambiare la ruota.

Una vacanza, ma anche un itinerario ecosostenibile...

Certo, infatti ho usato l'hashtag #greenwind su Instagram per far capire ai miei follower che si può viaggiare anche in maniera sostenibile, azzerando le spese di viaggio.

Perché proprio in monopattino?

Ho scelto il monopattino anche perchè è una novità di quest'anno. Poi preferivo viaggiare stando in piedi e fare una cosa diversa dal solito. Lo confesso, non pesavo fosse così faticoso: c'è da stare in piedi con uno zaino di 15 kg sempre sulla schiena.

Perchè hai scelto la tratta Tarvisio Ancona per questa tua avventura?

La mia idea iniziale era di fare un itinerario da Venezia a Roma, ma mi sono reso conto che attraversare gli Appenini con il monopattino non sarebbe stato semplice. Poi ho pensato al percorso fino alla Puglia, ma da quanto ho visto mancavano un po' di piste ciclabili per muovermi. Allora mi hanno consigliato di passare lungo la ciclabile Alpe Adria, un bel percorso fra Austria e Italia. Così ho pianificato il mio percorso partendo da Tarvisio e sfruttare le discese di questa ciclovia. Poi ho attraversato l'entroterra fino a Lignano, mentre da Jesolo ho preso il traghetto per evitare la statale Romea e poi giù dai lidi estensi fino a Ravenna, dove mi sono fermato in un b&b del centro storico. Oggi (martedì 21 luglio, ndr) sono passato attraverso la Pineta di Classe, un percorso sterrato, ma bellissimo. Mi fermerò in un hotel di Pinarella molto sensibile alle tematiche green.

Quando conti di arrivare?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Credo di arrivare sabato (25 luglio, ndr) ad Ancona. Ero partito lunedì 13. Mi sarebbe piaciuto tornare in barca a vela a Venezia, ma visto che le ferie stanno per finire tornerò in treno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

  • 10 alunni e 2 insegnanti positivi al Covid: la scuola chiude e fa il tampone a tutti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento