menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, consegnate anche all'Ausl Romagna dosi del lotto vietato Astrazeneca: tracciamento in corso

Sono state consegnate anche all'Ausl Romagna fiale contenenti il vaccino anti-Covid Astrazeneca il cui utilizzo è stato vietato nel pomeriggio di giovedì dall'Aifa, l'Agenzia del farmaco italiana

Sono 11.907 le dosi del vaccino AstraZeneca provenienti dal lotto ABV2856 scadenza 05/2021 - il cui utilizzo è stato sospeso oggi da Aifa per precauzione - che sono state utilizzate fino ad oggi in Emilia-Romagna, su un totale di 60.691 dosi di vaccino AstraZeneca somministrate in regione. A oggi, precisa l’assessorato regionale alla Sanità, in Emilia-Romagna non si sono osservate reazioni anomale. Aifa ha inoltre chiarito che “al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi".

Le operazioni dei Carabinieri dei Nas di Bologna andranno avanti per tutta la notte per non intralciare l'attività di vaccinazione delle dosi non vietate venerdì mattina. Una consegna però all'Ausl Romagna sarebbe avvenuta, e a sua volta poi distribuita internamente sulle tre province servite dall'Azienda sanitaria romagnola.

L'assessorato regionale alle Politiche per la salute ha inviato una comunicazione immediata alle direzioni Generali e Sanitarie di Aziende sanitarie e ospedaliere, Irccs, Dipartimenti di Cure Primarie e Dipartimenti Farmaceutici Aziendali, con richiesta di diffusione ai medici di medicina generale, dopo la decisione assunta dall'Agenzia italiana del farmaco. Anche in Emilia-Romagna, dunque, a seguito del provvedimento urgente adottato oggi da parte dell’Agenzia italiana del farmaco dopo la segnalazione di alcuni ‘eventi avversi gravi’, è stato disposto il divieto di utilizzo del lotto di vaccino Covid-19 AstraZeneca “ABV2856 scadenza 05/2021”.  

La richiesta è di verificare e comunicare la disponibilità di confezioni di questo lotto e, se presenti, di accantonarle, conservandole in frigorifero e corredandole di apposita dicitura ‘Non utilizzare’, in attesa di nuove disposizioni e controlli da parte di Aifa. Sarebbero stati tre casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca, in Sicilia, a indurre l'Aifa a imporre lo stop cautelativo per il lotto in questione. Danimarca, Austria, Lituania, Estonia e Lussemburgo hanno sospeso l'utilizzo del vaccino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento