rotate-mobile
Cronaca

Vaccini obbligatori a scuola, si avvicina la scadenza per presentare l'autocertificazione

Si è svolto giovedì nella sede dell'ufficio scolastico regionale il summit tra l'assessore regionale Sergio Venturi e il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale Stefano Versari

"In Emilia-Romagna tutti impegnati per ridurre al minimo gli oneri burocratici per le famiglie che devono iscrivere i loro figli agli asili nido e alla scuola materna e per i quali è diventato d’obbligo l’essere stati vaccinati". Questo è l’obiettivo dell’incontro tra l'assessore regionale alla salute Sergio Venturi e il direttore generale dell'ufficio scolastico regionale Stefano Versari, incontro reso necessario per sciogliere gli ultimi nodi, in modo tale da rendere più semplici le procedure previste dall’iter di applicazione delle norme sulle vaccinazioni in vista dell’inizio dell’anno scolastico. Gli esiti del confronto in una lettera a firma congiunta inviata dalla Regione e dall’ufficio scolastico regionale a tutti dirigenti scolastici delle scuole dell’infanzia statali e ai gestori delle scuole dell’infanzia paritarie.

Servizi educativi 0-3 anni

Al centro dell’incontro e della comunicazione ai dirigenti scolastici c'è il tema delle scuole dell’infanzia. Tema delicato e urgente, perchè sono fissati per il prossimo 10 settembre i termini per la presentazione dell’autocertificazione o della eventuale documentazione che attesti lo stato vaccinale. Nella lettera ai dirigenti scolastici si chiarisce che “nella consapevolezza della ristrettezza dei tempi, tali da non consentire la ricerca di eventuali altre forme di semplificazione, la Regione Emilia-Romagna ha disposto che la documentazione attestante lo stato vaccinale sia inviata direttamente dalle Asl alle famiglie. Laddove lo stato vaccinale non sia regolare rispetto all’età, le famiglie riceveranno gli appuntamenti per le vaccinazioni”. I documenti ricevuti dalla propria Asl saranno poi consegnati dalle famiglie alle scuole, evitando quindi la presentazione di autocertificazioni e di successive certificazioni.  In sostanza, i genitori dei bambini già iscritti ai servizi educativi 0-3 anni non dovranno presentare alcuna documentazione. Le aziende Asl, infatti, sono già in possesso degli elenchi dei bambini iscritti e comunicheranno lo stato vaccinale direttamente ai Comuni-gestori dei servizi educativi. Si chiarisce, inoltre, che “le famiglie che non dovessero ricevere la comunicazione Asl, per problemi logistici o in quanto residenti in altra Regione o per qualsiasi altro motivo, potranno comunque avvalersi della possibilità di presentare l’autocertificazione”.

Scuola dell'obbligo

Ai fini dell'accesso alle scuole dell'infanzia (3-6 anni) le famiglie dei minori nati negli anni 2012-2013-2014 riceveranno direttamente dall'Ausl l'attestazione che riporti il rispetto degli obblighi vaccinali previsti dalla normativa, in caso di minore in regola con tali obblighi in base all'anno di nascita e l'appuntamento per completare il ciclo vaccinale in caso di minore che non abbia effettuato tutte le vaccinazioni obbligatorie. Le famiglie i cui bambini frequentano le scuole dell’infanzia comunali dovranno consegnare tale documentazione tassativamente entro il 10 settembre 2017 all'ufficio gestione servizi 0-6 e iscrizioni del Comune, via D'Azeglio 2, Ravenna (oppure tramite fax al numero 0544/546090, oppure tramite e-mail a ufficioiscrizioni@comune.ra.it, allegando in entrambi i casi un documento di identità). Qualora entro il 2 settembre le famiglie non abbiano ancora ricevuto la documentazione dall'Ausl, dovranno compilare e consegnare entro il 10 settembre 2017 il modulo di autocertificazione, scaricabile dal sito www.istruzioneinfanzia.ra.it. La presentazione della documentazione richiesta costituisce requisito per l'accesso/frequenza e la sua mancata consegna entro i termini previsti determina che i minori non potranno frequentare la scuola dell'infanzia. Successivamente, se i genitori non si presenteranno all'appuntamento/colloquio con l'Ausl o non faranno somministrare il vaccino al minore che abbia iniziato a frequentare il servizio educativo/scuola dell'infanzia, l'Ausl contesterà loro l'inadempimento dell'obbligo vaccinale e ciò comporterà la dimissione dalla scuola dell’infanzia o dal servizio educativo.

Per gli altri gradi di istruzione (scuola primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado) e i centri di formazione professionale il termine per la presentazione di tale documentazione è il 31 ottobre 2017 e non preclude l'ammissione/frequenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini obbligatori a scuola, si avvicina la scadenza per presentare l'autocertificazione

RavennaToday è in caricamento