Vandalizzato dopo soli due giorni il mosaico "lussurioso" di Dante e Beatrice

Il mosaico ha fatto molto discutere l'opinione pubblica: c'è chi ha apprezzato l'opera insolita, mentre altri l'hanno fortemente criticata dichiarando che "il povero Dante non sarebbe d'accordo"

Il mosaico dopo l'atto vandalico

Ha fatto la sua comparsa sul muro dell'ex-anagrafe di via Gardini solo sabato scorso, ma è già stato vandalizzato il mosaico di Dante e quella che si ipotizza sia la sua Beatrice, anche se decisamente meno "angelica" rispetto a come siamo abituati a immaginarla, firmato Dicky Cock. L'opera d'arte dello street artist, dalla quale sono state rimosse le tessere di mosaico della mano destra del "Sommo Poeta", nei giorni scorsi ha fatto molto discutere l'opinione pubblica: c'è chi ha apprezzato l'insolito murales, mentre altri l'hanno fortemente criticato dichiarando che "il povero Dante non sarebbe d'accordo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Tommaso Sintini, ex pallavolista e veterinario: "Una bontà fuori dal comune"

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Il Coronavirus strappa alla vita un 50enne: 130 nuovi casi nel ravennate

  • Parrucchieri, estetisti, gommisti fuori dal proprio Comune: si possono raggiungere?

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

Torna su
RavennaToday è in caricamento