rotate-mobile
Cronaca

Variante di Mezzano, Anas al lavoro: entro l'estate il progetto

Lo studio dovrà essere terminato nella prossima estate e sarà necessario per il reperimento dei finanziamenti statali

Si è parlato delle nuove infrastrutture a servizio del territorio nel corso dell’assemblea organizzata dal Pd a Mezzano, lo scorso lunedì, alla presenza del sindaco de Michele Pascale, dell’assessore regionale Andrea Corsini, dell’assessora comunale Federica Del Conte e della consigliera comunale Natali. "Siamo soddisfatti - ha dichiarato il segretario Pd Lorenzo Margotti - perché è stato ribadito che il progetto della variante di Mezzano è un intervento prioritario e urgente. È stata attestata la necessità di avere un tracciato adeguato e che tutti gli svincoli abbiano una piena funzionalità, soprattutto tenendo conto dei centri minori del forese e delle zone produttive che vi sono insediate".

Il Piano regionale integrato dei trasporti 2025 conferma per la statale Adriatica il ruolo di asse collettore e distributore della mobilità che si svolge lungo la direttrice costiera da Cattolica a Ravenna, nonché di asse principale di raccordo del territorio costiero con quello ferrarese e con la direttrice Cispadana-Ferrara-mare. Gli interventi previsti contribuiranno a migliorare la mobilità regionale di ampio raggio.

Tra Ferrara e la tangenziale di Ravenna, la statale Adriatica sarà interessata dalla variante di Argenta, dalla variante di Alfonsine e dalla variante tra gli abitati di Camerlona, Mezzano e Glorie. Per quanto riguarda la variante di Camerlona-Mezzano-Gloriel’esigenza nasce dalla necessità di eliminare il traffico della statale Adriatica dai centri abitati sia per questioni attinenti alla sicurezza stradale, sia per quanto attiene ai rumori e alle emissioni del traffico che influenzano fortemente il benessere degli abitanti.

La Regione ha stipulato a ottobre 2021 una convenzione con Anas, che si è conclusa alla fine di giugno 2022 con una prima consegna di tre alternative progettuali sulle quali si sono espressi gli enti territoriali interessati - Provincia di Ravenna, Comune di Ravenna, Comune di Alfonsine, Comune di Conselice e Comune di Bagnacavallo.

L’assessore Corsini ha illustrato le fasi di progettazione del piano di fattibilità tecnica ed economica e ha ribadito che, per accelerare i tempi, la Regione ha contribuito a progettare le varianti di Mezzano, Camerlona e Glorie e la messa in sicurezza della via Ravegnana con particolare attenzione alle bretelle di Ghibullo e Coccolia; interventi, questi, che sarebbero spettati solamente ad Anas.

Lo studio dovrà essere terminato nella prossima estate e sarà necessario per il reperimento dei finanziamenti statali. Il sindaco e l'assessora Del Conte hanno confermato l'importanza di trovare una soluzione della statale Adriatica con la via Canala e ribadito la necessità di avere un tracciato che sia il più funzionale possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante di Mezzano, Anas al lavoro: entro l'estate il progetto

RavennaToday è in caricamento