Variazioni dei bilanci causa Covid, la Cisl: "Ripristinare dialogo e relazioni sindacali"

Spiega una nota: "La Cisl Romagna non intende abdicare al suo ruolo di tutela degli interessi collettivi. Chiediamo di ripristinare corrette relazioni sindacali "

"Sempre più spesso apprendiamo dagli organi di informazione che molti Comuni e Unioni della Romagna, a seguito degli interventi posti in atto per far fronte alla crisi economico sociale generata dalla pandemia da Covid-19, hanno proceduto ad importanti variazioni dei bilanci di previsione inizialmente predisposti. Queste operazioni, purtroppo, sono state effettuate, nella quasi totalità dei casi, senza alcun confronto con il sindacato confederale o, nella migliore delle ipotesi, con sbrigative e per nulla esaustive informazioni, fornite con tempistiche che impediscono di fatto un qualsiasi ragionamento di merito": a rilevare il mancato coinvolgimento è la Cisl della Romagna.

Spiega una nota: "La Cisl Romagna non intende abdicare al suo ruolo di tutela degli interessi collettivi. Forte della responsabilità sempre dimostrata e confermata nei fatti in questi mesi difficili di emergenza sanitaria, chiede di ripristinare corrette relazioni sindacali così da recuperare per il futuro il mancato confronto. L'esperienza di questi mesi ha dimostrato ampiamente come i migliori risultati si sono ottenuti laddove la coesione di tutti i portatori di interessi particolari è riuscita a far sintesi in favore delle migliori soluzioni per la collettività. La CISL Romagna ha aderito convintamente a questo percorso, con passione e idee, riscontrando sempre ogni richiesta di condivisione di responsabilità che veniva proposta, assumendosi ogni volta che era necessario, la responsabilità di condividere e sostenere scelte anche difficili ma necessarie nell’interesse delle comunità romagnole".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ora, anche chi aveva consolidato la cultura del confronto, sembra aver dimenticato in fretta il valore della condivisione e pensa forse sia più semplice decidere da solo in nome di una presunta maggior efficienza o accampando come scusa la necessità di rispettare i tempi dettati dalla norma per l'approvazione dei bilanci preventivi, mentre l'attività frenetica di confronto a distanza di questi mesi ha dimostrato quanto si può fare anche in poco tempo con gli odierni strumenti tecnologici. Non ci limiteremo a prendere atto; fin d'ora annunciamo che chiederemo di mantenere alto il livello del confronto in ogni situazione, ricercando come sempre percorsi comuni con le altre Organizzazioni Sindacali Confederali", conclude la nota..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

  • 10 alunni e 2 insegnanti positivi al Covid: la scuola chiude e fa il tampone a tutti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento