rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca Lidi ravennati / Via Marabina, 251

La 'vecchia Finanza' all'asta. Lido di Dante spera in un punto aggregativo: "Importante per la comunità"

Il presidente della Pro Loco è soddisfatto per l'apertura dell'asta e si augura che chi si aggiudicherà l'area pensi di destinare un piccolo spazio alla comunità: "Sarebbe un benefattore"

Un passo in avanti importante che riempie di gioia la comunità di Lido di Dante. L'ex caserma della Guardia di Finanza è stata messa all'asta dal Comune di Ravenna e ora si può davvero pensare al futuro dell'area. Stiamo parlando dell'immobile conosciuto anche come 'vecchia Finanza', che sorge nella zona centrale della località balneare in via Marabina 251 - 253, all'angolo con viale Costanza. Un'area di 1012 metri quadrati e composta da due fabbricati che il Comune ha messo all'asta con prezzo base di 165.363 euro. La data da segnare sul calendario è quella del 25 novembre (le buste con le offerte potranno essere inviate entro le 12,30 del giorno prima).

Come già noto, non ci sono vincoli sull'immobile da parte della Soprintendenza e quindi, qualora qualcuno se lo aggiudicase, si potrebbe anche procedere alla costruzione di edifici residenziali. Una bona notizia per Lido di Dante che da tempo aveva chiesto al Comune di muoversi per la riqualificazione dell'area abbandonata da decenni. "Attualmente il bene versa in condizioni manutentive pessime - si legge nel bando pubblicato dal Comune - in totale stato di degrado e abbandono, non suscettibile di nessun possibile utilizzo; in seguito all’ultimo sisma è peggiorato lo stato dell’immobile, si è verificato il cedimento del muro di sostegno perimetrale al lotto e le strutture interne al lotto risultano labenti".

"Si parlava di demolizione entro la fine dell'anno, ma vedere che è già all'asta è gioia pura - commenta Andrea Scarabelli, presidente della Pro loco di Lido di Dante - Si tratta di una cifra decisamente appetibile e quindi ci sono dei buoni presupposti per la sua aggiudicazione. Il nostro auspicio è che chi se lo aggiudica abbia un pensiero anche per la parte sociale". Pensando al futuro dell'area, Scarabelli torna a riflettere sulla destinazione finale dell'ex caserma. "Chi lo compra, naturalmente, ha diritto di farci quello che preferisce, ma confido che qualcuno voglia fare un'azione di buon cuore. Sarebbe qualcosa di importante per la comunità riservare una porzione dell'area come punto di aggregazione. Se qualcuno lo facesse, sarebbe un benefattore".

Il presidente della Pro Loco si rivolge quindi alla solidarietà del futuro acquirente della vecchia Finanza: "Basterebbe anche uno spazio di 20-40 metri". Lo spazio potrebbe servire per vari scopi: dalla nuova sede della Pro loco a un punto di informazioni turistiche. Ma in particolare sarebbe importante un luogo di aggregazione per il paese, soprattutto per i mesi invernali. "Serve un polo per la comunità, un punto aggregativo - conclude Scarabelli - ma potrebbe ospitare anche un ambulatorio medico o uno spazio per le forze dell'ordine nei mesi estivi". In ogni caso, il presidente della Pro Loco spera innanzi tutto che l'asta non vada deserta e che la riqualificazione della vecchia Finanza sia uno stimolo anche per le attività del paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La 'vecchia Finanza' all'asta. Lido di Dante spera in un punto aggregativo: "Importante per la comunità"

RavennaToday è in caricamento