Vede la Polizia e getta un involucro: spacciatore finisce nei guai

L’uomo è stato quindi condotto in Questura, dove è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e violazione del Testo Unico dell’Immigrazione

La Polizia di Stato ha denunciato un 31enne tunisino con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e immigrazione clandestina. Una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna, nel corso del servizio di controllo del territorio, ha proceduto, in via Magazzini Posteriori, ad identificare un cittadino straniero che, accortosi della presenza degli agenti si disfaceva di un involucro gettandolo in terra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, che si dichiarava di nazionalità tunisina e clandestino sul territorio nazionale, da un sommario controllo è stato trovato in possesso della somma di 120 euro in banconote di vario taglio. I poliziotti hanno recuperato l’involucro gettato in terra dallo straniero, contenente eroina per un peso di 7 grammi. L’uomo è stato quindi condotto in Questura, dove è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e violazione del Testo Unico dell’Immigrazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • Staff a contatto con un soggetto a rischio Coronavirus: il sushi chiude

  • Pulizie accurate e addio buffet: per hotel e camping "questo sarà un anno da dimenticare in fretta"

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento