rotate-mobile
Cronaca

Dubbi sul nuovo autovelox sulla Ravegnana: "Ma il limite di velocità qual è?"

Se la foto "scatta" solo al superamento dei 70 chilometri orari, appena una cinquantina di metri più avanti dal box è presente un cartello stradale che indica l'inizio del limite dei 50 chilometri orari

E' entrato in funzione da appena un giorno, ma crea già dubbi e preoccupazioni il nuovo autovelox di Coccolia posto su via Ravegnana (all'altezza del chilometro 201+500), poco prima dello stabilimento del Molino Spadoni, che rileva la velocità dei veicoli diretti verso Forlì. Il velox, infatti, è in funzione ventiquattr’ore su ventiquattro e rileva solo ed esclusivamente le violazioni riguardanti il superamento del limite massimo di velocità consentito in quel tratto di strada, che è di 70 chilometri orari.

Ed è proprio qui che sorge il dubbio degli automobilisti: sì, perchè se la foto "scatta" solo al superamento dei 70 chilometri orari, appena una cinquantina di metri più avanti dal box è presente un cartello stradale che indica l'inizio del limite dei 50 chilometri orari, in vista dell'ingresso nell'abitato di Coccolia. Il velox, dunque, si trova nella "zona 70 km/h", ma l'occhio della sua telecamera punta in direzione del cartello dei 50, creando confusione e instillando il dubbio nei passanti che forse il sistema multi anche tra i 50 e i 70 chilometri orari (non è così, naturalmente).

"A pochi metri dal velox inizia il paese - spiega Rossana Baraghini, presidente del Comitato cittadino di Roncalceci - ed effettivamente qualche residente si è posto il dubbio, tanto che personalmente solo leggendo la notizia sui giornali ho avuto conferma che il limite rilevato dal velox è quello dei 70 chilometri orari". "In quel tratto il traffico di attraversamento è molto veloce - spiega in risposta il vicesindaco Eugenio Fusignani, con delega alla sicurezza - per cui abbiamo pensato di porre il velox a breve distanza dal centro abitato, e quindi dal relativo cartello dei 50 km/h, proprio per assicurarci che chi entra nel paese rallenti, visto che il solo cartello non era sufficiente come deterrente. Questi dispositivi, infatti, non sono solo da intendersi come misura repressiva, ma anche e soprattutto preventiva per aumentare la sicurezza della viabilità e ridurre gli incidenti, semplicemente inducendo gli automobilisti a rispettare i limiti di velocità indicati dal codice della strada. L’obiettivo della nostra amministrazione è di rendere più sicuro il territorio e quindi anche la circolazione stradale dove la velocità, anche quando non è causa di incidenti, amplifica le situazioni di pericolo, in particolare per gli utenti più deboli, ad esempio ciclisti e pedoni".

Le sanzioni per superamento dei limiti di velocità

Chiunque supera i limiti massimi di velocità di non oltre 10 chilometri orari è soggetto alla sanzione amministrativa di 41 euro (scontati del 30%, se si paga entro cinque giorni dalla notifica del verbale, 28,70 euro); non vengono tolti punti dalla patente. Chiunque supera di oltre 10 chilometri orari e di non oltre 40 chilometri orari i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa di 169 euro (scontati del 30%, se si paga entro cinque giorni dalla notifica del verbale,118,30 euro); vengono tolti 3 punti dalla patente.

Chiunque supera di oltre 40 chilometri orari ma di non oltre 60 chilometri orari i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa di 532 euro (non ammesso sconto); vengono tolti 6 punti dalla patente e c’è la sospensione della patente da uno a tre mesi. Chiunque supera di oltre 60 chilometri orari i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa di 829 euro (non ammesso sconto); vengono tolti 10 punti dalla patente e c’è la sospensione della patente da sei a dodici mesi. Le sanzioni sono aumentate di un terzo quando la violazione è commessa dopo le ore 22 e prima delle ore 7.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dubbi sul nuovo autovelox sulla Ravegnana: "Ma il limite di velocità qual è?"

RavennaToday è in caricamento