Cronaca Faenza

Vendeva la droga ai minori, poi li usava come 'corrieri' minacciandoli: arrestato

Il ragazzo è stato inoltre denunciato perché avrebbe contattato i corrieri minorenni e maggiorenni costringendoli, con minaccia anche indiretta, a dichiarare ai Carabinieri fatti falsi

I Carabinieri di Modigliana hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dalla Procura della Repubblica di Ravenna, nei confronti di un 21enne di origine rumene con precedenti per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante della cessione a minori. La nuova misura viene in sostituzione della misura dell’obbligo di presentazione alla autorità e del divieto di avvicinamento alle persone offese. Per le indagini il giovane avrebbe messo in piedi un sistema ramificato di spaccio anche usando dei minorenni, che poi sarebbero stati minacciati in caso avessero risposto alle domande dei Carabinieri.

L’indagine è iniziata a dicembre 2020 e ha permesso di rinvenire 117 grammi di marijuana, nonché bustine in plastica trasparente con chiusura ermetica e materiale per il peso e confezionamento della sostanza stupefacente. Durante l’operazione è stato tratto in arresto il giovane. Nel corso delle indagini è emerso però che l’uomo avrebbe ceduto, da gennaio 2018 a dicembre 2020, a minorenni e giovani maggiorenni di Faenza, Modigliana e Tredozio un quantitativo pari a 1,3 chili di marjuana e 850 grammi di hashish, per un importo di 21.500 euro di valore, avendo posto in essere una consolidata attività di spaccio riuscendo a condizionare anche alcuni minori nell’acquisto e, successivamente, utilizzarli per fare le consegne di droga per suo conto. Lo spaccio, radicato anche nel faentino, ha così visto l'azione di coordinamento della Procura di Ravenna, pur essendo il 21enne residente nel territorio forlivese.

Sempre nel corso dell’attività d’indagine, sono state denunciate per detenzione ai fini di spaccio sei persone di cui 2 di origine albanese e un minore di origine marocchina. Nel contesto sono stati segnalati in via amministrativa come assuntori di droghe 4 giovani maggiorenni e 10 minori residenti nei comuni di Faenza, Modigliana e Tredozio. Il ragazzo è stato inoltre denunciato perché avrebbe contattato i corrieri minorenni e maggiorenni costringendoli, con minaccia anche indiretta, a dichiarare ai Carabinieri fatti falsi negando qualsiasi suo coinvolgimento nell’attività di spaccio posta in essere.

Per tali motivi il 10 giugno scorso è stata data esecuzione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alle parti offese emessa dal Tribunale di Ravenna, nonché la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria. A seguito di ulteriori accertamenti, è stato richiesto l’aggravio della misura cautelare e venerdì mattina i Carabinieri di Modigliana hanno posto il cittadino rumeno ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendeva la droga ai minori, poi li usava come 'corrieri' minacciandoli: arrestato

RavennaToday è in caricamento