menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Veni, vidi by bici': una pedalata per ricordare i braccianti ravennati

E' stata l’occasione per celebrare il ricordo di centinaia di braccianti ravennati che a partire dal 1884 contribuirono in maniera determinante alla bonifica delle paludi pontine

Il vicesindaco Eugenio Fusignani e l’assessore allo sport Roberto Fagnani hanno dato il benvenuto mercoledì mattina alla delegazione dei promotori dell’evento "Veni, Vidi…By bici" guidata da Silvana Denicolò, assessora allo Sport e grandi eventi del Comune di Roma X, proveniente da Ostia, che ha accompagnato i ciclisti partecipanti al giro amatoriale giunti ieri in piazza Del Popolo. Veni, Vidi…By bici, alla sesta edizione, è una pedalata a tappe per circa mille chilometri, partita da Ostia sabato scorso, con Ravenna come tappa intermedia, con l’obiettivo di stimolare la cultura della donazione del sangue, della mobilità dolce e dell’attenzione verso l’ambiente.

Il progetto, fortemente condiviso con l’assessorato allo Sport di Ravenna, legato ad Ostia da una vicenda storica che è quella degli scariolanti, è stato l’occasione per celebrare il ricordo di centinaia di braccianti ravennati che a partire dal 1884 contribuirono in maniera determinante alla bonifica delle paludi pontine. Entrambi gli assessori hanno ringraziato i partecipanti e si sono soffermati sulla validità che il progetto riveste sotto vari punti di vista.

“Grazie alla cooperazione – ha affermato Eugenio Fusignani – oltre 550 ravennati non furono costretti ad emigrare verso le Americhe come avveniva per molti in quegli anni. Cooperazione che, nella nostra realtà, non è solo risposta di lavoro ma vera e propria risposta di emancipazione, affondando le radici nei valori di quell’ associazionismo di stampo mazziniano che ha contribuito a cementare anche il forte senso di coesione sociale presente nella nostra comunità. Si tratta di una storia, quella che accomuna Ravenna e Ostia, fatta di similitudini morfologiche ma anche storia di lavoro e fatica per strappare terra alle acque”.

“Come assessore allo sport – ha detto Roberto Fagnani, richiamando gli investimenti nel piano della ciclabilità – non posso che rilevare la validità dell’iniziativa per il fattore culturale che contribuisce a diffondere tra i cittadini nei confronti del necessario cambio di abitudini richiesto dalla natura; impegnarsi nella promozione di stili di vita sostenibili attraverso lo sport significa conseguire benessere fisico e psicologico che implica anche minore spesa per la sanità pubblica. Da parte nostra continueremo a promuovere e sostenere tutte le iniziative legate alla micro mobilità”.

Parole di ringraziamento per la calorosa accoglienza da parte dell’assessora Denicolò che ha quindi aperto lo scambio di doni consistenti in libri e gadget sull’ identità culturale dei due territori. Nel corso dell’incontro è stata più volte ricordata la figura di Maria Pia Melandri, scomparsa lo scorso anno ad Ostia, che, insieme al marito Paolo Isaja, si è sempre impegnata in importanti iniziative tese a valorizzare la memoria dei braccianti ravennati e a beneficio della cittadina laziale, che – come ha anticipato Lorenzo Cottignoli, presidente della Federazione delle Cooperative della provincia di Ravenna – continueranno anche dopo la sua morte grazie ad un lascito testamentario.

Oltre all’assessora Denicolò, erano presenti Giuseppe Di Lorenzo, presidente associazione Volontari Donatori amici dell'ospedale Grassi, Angelo Arelli, presidente Ostia in Bici della Fiab, organizzatori e promotori del progetto; Tonino Ricci per la Pro loco Ostia Mare di Roma; Paolo Bondi per la Pro loco di Ostia Antica; Giovanni Pieroni, Gaetano Di Staso e Giuliana Colangelo, rispettivamente presidente, vicepresidente e consigliere del Comitato di Quartiere Ostia Antica-Saline; Mauro Farinella, Edoardo Giangiulio, Nevio Senni e Alberto Rebucci in rappresentanza della Fiab di Ravenna.

La pedalata che ha attraversato finora le città di Viterbo e Camaldoli si sta dirigendo verso Firenze, poi proseguirà per Livorno, Follonica, Talamone, Civitavecchia per fare rientro a Ostia il prossimo 24 giugno. L’evento è promosso con il patrocinio del Centro Regionale Sangue, Azienda sanitaria locale Roma 3, Centro Trasfusionale Ospedale Grassi di Ostia, Comune di Roma - Municipio X, in collaborazione con le Pro Loco Ostia Mare di Roma e Ostia Antica, Canale Dieci e Cicli Petta.

IMG_3154-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento