menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verde urbano: al via un piano per oltre ottomila alberi. Come ritirare le piante gratis

Fino al 15 aprile 2021 è nuovamente possibile richiedere e ritirare gratuitamente le piante sia dai vivai regionali, sia dai vivai privati accreditati

“Nel corso del 2021 altri 8.196 alberi, tra quelli già messi a dimora e quelli ancora da piantare, si andranno ad aggiungere al patrimonio verde, costituito da alberi e boschi, diffuso sul territorio del Comune”. Lo afferma Gianandrea Baroncini, assessore all'Ambiente, che fa il punto sull'attuale situazione del verde comunale anche alla luce del progetto regionale “Mettiamo radici per il futuro”, ma non solo. “Ravenna – spiega Baroncini - è in Emilia-Romagna il comune con il più vasto patrimonio boschivo di proprietà comunale, rappresentato dalle due grandi pinete di San Vitale e Classe e dalla foresta allagata di Punte Alberete. Inoltre vanta la più estesa superficie di verde urbano, con oltre 53.000 alberi a dimora nei giardini pubblici e lungo i viali cittadini”.

In questi giorni il numero degli alberi è in progressivo aumento grazie alla messa a dimora da parte del Comune di 350 piante dedicate ai nuovi nati in un terreno di proprietà comunale in via Del Naviglio all’incrocio con via Canalazzo e la rotonda Polonia nell'ambito del  progetto regionale “Mettiamo Radici per il Futuro”, a cui si aggiungono circa 900 alberi nella Pineta Piomboni, tra Marina di Ravenna e Punta Marina, in aree recentemente riqualificate con un progetto comunale di gestione forestale. È poi in corso di completamento il bosco di Arpae con la piantumazione di 600 alberi dello stesso progetto regionale, sempre su terreno comunale lungo via Fosso Dimiglio.

Sono in realizzazione anche alcuni importanti interventi compensativi: la ditta Orion ha piantato 3.551 alberi e 763 arbusti in un terreno, sempre di proprietà comunale, lungo viale Alberti e presto la ditta Bunge inizierà la realizzazione di un’altra area boscata con la messa a dimora di 2.032 alberi. Insieme ai 5.491alberi ritirati nel 2020 da cittadini e associazioni per essere piantati nei propri giardini privati o per effettuare rimboschimenti in aree agricole o nelle fasce verdi delle aree produttive, si raggiunge un numero importante.

Si ricorda inoltre che fino al 15 aprile è nuovamente possibile richiedere e ritirare gratuitamente le piante sia dai vivai regionali, sia dai vivai privati accreditati. Possono aderire cittadini, associazioni, enti pubblici. La distribuzione sarà poi riaperta dall’1 ottobre 2021. Il vivaio privato individuato per la città di Ravenna è Silvia Landi, situato in via Reale 77 a Mezzano (info@vivailandi.com; 0544521465; 3485258661). Le informazioni per il ritiro sono disponibili all’indirizzo web https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/radiciperilfuturoer/come-funziona/cittadini-associazioni-enti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento