menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finti Rolex e falsi abiti di Prada e Gucci: scoperto un deposito di prodotti 'tarocchi'

I Finanzieri hanno rinvenuto un vasto assortimento di capi di abbigliamento e di accessori contraffatti

Con l’approssimarsi della stagione turistica, la Guardia di Finanza di Ravenna ha iniziato a intensificare l’azione di contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale organizzato.

In particolare, nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio sviluppata dalle Fiamme Gialle anche nelle zone interne della provincia al fine di individuare possibili depositi di merce illegale, è stato scoperto a Faenza un appartamento adibito a luogo di stoccaggio di prodotti “tarocchi”. L’abitazione, in uso a tre persone di origine africana, è stata perquisita dai Finanzieri che hanno rinvenuto un vasto assortimento di capi di abbigliamento e di accessori contraffatti. Nell’appartamento, infatti, erano stati stoccati oltre 800 articoli, tra cui falsi orologi Rolex, occhiali da sole, calzature, articoli di pelletteria e di abbigliamento riportanti i loghi delle più note case di moda come Moncler, Blauer, Colmar, Napapijri, Gucci, Prada, Louis Vuitton, Dior, Burberry, Nike e altre.

La merce, destinata ad alimentare i canali di vendita illegali, è stata sequestrata e i tre sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Ravenna per i reati di detenzione per la vendita di prodotti contraffatti e ricettazione. L’attività si inserisce nel solco tracciato in questi anni dalla Guardia di Finanza di Ravenna nella lotta alla contraffazione, a presidio della legalità e a tutela dei cittadini e degli imprenditori onesti che operano quotidianamente nel rispetto delle regole.

“Ci complimentiamo con la Guardia di Finanza e con la Procura della Repubblica di Ravenna per l’operazione antiabusivismo - commentano da Confcommercio Ravenna - L’esperienza ci dimostra come la lotta alla contraffazione debba essere perseguita ogni giorno, costantemente, senza mai abbassare la guardia. E sul nostro territorio questa linea sta dando ottimi frutti, grazie anche al rinnovato Protocollo ‘lotta all’abusivismo e alla contraffazione’, voluto dal Prefetto di Ravenna e siglato dalle Associazioni di categoria e dai Sindaci di Ravenna e Cervia. Più volte abbiamo invocato l’abusivismo ‘zero’ sul nostro litorale e nell’entroterra. I risultati oggi ci dimostrano che la strada intrapresa è quella giusta, obiettivo quello dell’abusivismo ‘zero’ impensabile fino a qualche anno fa. Ringrazio per questo, a nome di Confcommercio provincia di Ravenna, tutte le forze dell’ordine, coordinate dalla Prefettura, che quotidianamente si adoperano per stroncare l’illegalità. Il nostro territorio si riconferma anche quest’anno un esempio nazionale di lotta all’abusivismo e alla contraffazione, che mette in campo gli strumenti a disposizione, come ad esempio la prevenzione e l’attività di intelligence, per stroncare il fenomeno dell’abusivismo commerciale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Attualità

Russi, partono i corsi di lingua del Comitato di Gemellaggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento