rotate-mobile
Cronaca

Una videochiamata che può salvarti la vita: come funziona il soccorso a distanza del 118

Si tratta di una piattaforma di video-streaming che consente all’operatore di Centrale Operativa di vedere coi propri occhi la scena del soccorso, per valutare in modo più appropriato le condizioni e lo scenario

Forse ancora non in tanti ne sono al corrente, ma da maggio 2020 - in piena emergenza Covid - l'Ausl Romagna ha introdotto una nuova modalità di soccorso, con l'obiettivo di sperimentare nuovi strumenti di comunicazione e confermando la propria attitudine a innovare, rimasta una costante per il sistema di emergenza medica dell’Emilia-Romagna.

"Il primo volo? Non si scorda mai". Viaggio all'interno dei soccorsi del 118, ecco come si salva una vita

Si tratta di una piattaforma di video-streaming che consente all’operatore di Centrale Operativa - l'infermiere che effettua l'intervista telefonica a chi telefona al 118 per un'emergenza - di vedere coi propri occhi, anche se a distanza, la scena del soccorso, per valutare in modo più appropriato le condizioni e lo scenario, arricchendo le informazioni verbali con i contenuti visivi.

Per accedere al servizio non è necessario avere preventivamente scaricato nessuna App: l’operatore di Centrale Operativa 118 invia un semplice sms al chiamante, che contiene un link aprendo il quale - dopo aver dato l'autorizzazione - si avvia lo streaming video sul proprio smartphone.

centrale-operativa-118-2

La bambina che ha salvato il fratellino in arresto cardiaco grazie alla videochiamata

Si tratta quindi di un servizio estremamente utile e di un valore aggiunto, se si pensa che sempre più persone sono in grado di utilizzare uno smartphone e di poter accedere a questo sistema. A partire proprio dai più giovani: nel 2022 una bambina ha salvato la vita al piccolo fratellino, colto da una crisi epilettica che lo aveva portato all'arresto cardiaco, proprio grazie alla videochiamata e alla preparazione dell'operatore del call center.

Il soccorritore ha avviato una videochiamata con la bimba riuscendo a spiegare precisamente alla piccola come effettuare una manovra di soccorso. Istruzioni che la piccola ha tradotto ai genitori - di origine straniera -, che sono riusciti a rianimare il figlio. Se avessero atteso l'arrivo dei mezzi di soccorso, data la gravità della crisi, probabilmente l'esito sarebbe stato diverso. Il piccolo paziente è stato poi ricoverato in ospedale a Ravenna e dimesso dopo un ricovero di sei giorni senza aver riportato alcuna conseguenza.

Soccorsi adrenalinici ad alta quota: vi portiamo in volo sull'elicottero del 118 - VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una videochiamata che può salvarti la vita: come funziona il soccorso a distanza del 118

RavennaToday è in caricamento