Vigilessa aggredita in centro a Massa Lombarda: presa a morsi da una 43enne

Immediatamente sono accorse sul posto tre pattuglie della Polizia Municipale dell'Unione, due dei Carabinieri ed un ambulanza del 118

Incredibile episodio di violenza ai danni di una vigilessa nel primo pomeriggio di martedì a Massa Lombarda. L'agente stava pattugliando il centro storico della città, quando è stata affrontata da una donna di 43 anni che ha iniziato ad inveire contro il pubblico ufficiale. In un primo tempo l'agente ha cercato di fare ragionare la quarantatreenne che si è trovata di fronte, ma non c'è stato nulla da fare. Quest'ultima, colta da un vero e proprio raptus di ira, ha iniziato ad urlare ancora più forte aggredendo fisicamente la tutrice dell'ordine che ha chiamato il comando. Immediatamente sono accorse sul posto tre pattuglie della Polizia Municipale dell'Unione, due dei Carabinieri ed un ambulanza del 118.

Tra l'altro proprio un uomo dell'Arma appartenente alla locale stazione, fuori servizio, ha impedito il peggio dando una mano alla vigilessa cui sono state lanciate monete in viso e che è stata oggetto di pugni in testa, calci e addirittura morsi sulle braccia. Un passante poi ha preso le difese dell'aggressore vedendolo immobilizzato a terra dai tutori dell'ordine. Al termine della colluttazione la signora è stata oggetto di un Trattamento Sanitario Obbligatorio.

"Il vero problema- viene riferito - è il pattugliamento in solitario; oggi la società è cambiata rispetto a molti anni fa e una persona, da sola, difficilmente riesce ad affrontare situazioni di emergenza e a garantire la propria ed altrui incolumità. La mia collega è stata immediatamente trasportata presso l'Umberto I di Lugo per le cure del caso; ma il fatto è grave e impone un cambiamento di rotta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dal comando devono essere a conoscenza dei rischi che corriamo quotidianamente e intervenire, in primo luogo, evitando di inviare un solo uomo o una sola donna di pattuglia. In coppia questa aggressione poteva essere evitata - viene evidenziato -. Lo abbiamo detto tante volte ai nostri amministratori che, evidentemente, non hanno compreso bene la gravità del problema. Ma questo è un punto fondamentale su cui tutti noi agenti non vogliamo demordere. Tra l'altro, a Ravenna, la Polizia Municipale è dotata, come arma da difesa, di spray al peperoncino. Noi ovviamente no".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento