Vigilia di Ferragosto tra 'Gitani e Magiari' al Piccolo Festival della narrazione

Un folto pubblico ha infatti deciso di passare la vigilia di Ferragosto in compagnia della musica dall’area mitteleuropea, russa e balcanica

Grande partecipazione anche nel secondo appuntamento del “Piccolo festival della narrazione” al vecchio lavatoio di Massa Lombarda, che ha visto protagonisti della serata, mercoledì 14 agosto, il Quartetto K e il loro spettacolo “Gitani e Magiari”. Un folto pubblico ha infatti deciso di passare la vigilia di Ferragosto in compagnia della musica dall’area mitteleuropea, russa e balcanica, proposta dal quartetto composto da Stefano Martini (violino), Matteo Salerno (flauto), Egidio Collini (chitarra) e Nicola Domeniconi (contrabbasso). La serata è stata un viaggio attraverso la tradizione musicale magiara della Mitteleuropa, passando per la Russia zarista di inizio secolo scorso per arrivare fino ai piccoli villaggi della Transilvania e del sud dell’Ungheria.

Il “Piccolo festival della narrazione” si conclude mercoledì 21 agosto con l’incontro “Delitti (im)perfetti”. Il Festival è promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Massa Lombarda, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna e della Provincia di Ravenna e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e di Bcc Credito cooperativo ravennate, forlivese e imolese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Malore fatale mentre si trovava in vacanza: addio al commercialista Roberto Cottifogli

  • Una morte fredda e solitaria: si è spento Mark, il senzatetto di Pinarella

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Scontro in mare tra un peschereccio e un gommone: cinque feriti, due sono gravissimi

Torna su
RavennaToday è in caricamento