menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Visite e meeting internazionali per la mobilità sostenibile a Exter e Lisbona

Concluso con successo lo sviluppo dei 7 piani – uno per ognuna delle città coinvolte – il progetto si impegna ora a trasferire la positiva esperienza acquisita in altri paesi del Mediterraneo: in particolare Cipro, Francia, Grecia, Malta e Slovenia

Continua la partecipazione del Comune di Ravenna ai progetti europei InnovaSump e Locations, rispettivamente Interreg Europe e Interreg Med, entrambi cofinanziati dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. I nove partner del progetto InnovaSump – Innovations in Sustainable Urban Mobility Plans for Low-Carbon urban transport, finalizzato a innovare i contenuti e sostenere la diffusione dei Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile – si sono incontrati ad Exeter, in Inghilterra per prendere parte alla Study Visit di progetto. Ospiti della Contea di Devon, i partecipanti, provenienti da 7 Paesi europei, hanno avuto modo di approfondire le politiche di trasporto e le modalità attuative che hanno contribuito a rendere Exeter una delle città più attive del Regno Unito.

Trasporto pubblico, politiche relative alla sosta, gestione delle priorità dei flussi di traffico, ciclabilità ed infrastrutture dedicate: tutti questi temi sono stati oggetto di approfondimento e visite in loco, in uno scambio di esperienze e competenze che sarà prezioso in vista del termine della prima fase del progetto. Si avvia verso risoluzione anche un altro Interreg che vede coinvolto il Comune di Ravenna: Locations – Low Carbon Transport in Cruise Destination Cities - progetto che si propone di aiutare le amministrazioni pubbliche di 5 paesi europei a progettare e mettere in atto piani di mobilità a bassa emissione di carbonio dedicati ai flussi croceristici. A meno di un anno dalla conclusione della collaborazione, i partner si sono riuniti a Lisbona tirando le somme sui risultati già raggiunti e guardando al futuro, al coinvolgimento di nuovi paesi in cui diffondere le lezioni apprese.

Concluso con successo lo sviluppo dei 7 piani – uno per ognuna delle città coinvolte – il progetto si impegna ora a trasferire la positiva esperienza acquisita in altri paesi del Mediterraneo: in particolare Cipro, Francia, Grecia, Malta e Slovenia. L'expertise maturata in questi primi due anni è, infatti, racchiusa in un catalogo di misure replicabili, che vanno dall’integrazione della mobilità elettrica alla mobilità condivisa, dall’intermodalità al miglioramento della gestione dei flussi e delle flotte di autobus, dall’ottimizzazione delle piste ciclabili e dei percorsi pedonali turistici all’introduzione di escursioni a basso impatto.

Quest’ultimo aspetto ha particolarmente coinvolto Ravenna, il cui piano è caratterizzato da una forte integrazione tra mobilità sostenibile e valorizzazione del territorio: in questa ottica si pongono le biciclette a pedalata assistita rese disponibili ai crocieristi al terminal, la possibilità di collegamenti sfruttando il Canale Candiano, le azioni per miglioramento della qualità urbana a Porto Corsini, senza dimenticare l’accessibilità per gli utenti deboli e le restrizioni sempre più stringenti nell’accesso al terminal da parte dei mezzi più inquinanti

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento