menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Volete trovare lavoratori stagionali? I voucher non servono, basta pagarli bene"

Giovanni Paglia di Sinistra italiana entra nel merito della discussione su voucher e carenza di personale nel settore turistico. "Non è difficile trovare lavoratori: basta pagarli e rispettare i loro diritti"

Dopo l'abolizione dei voucher, molto utilizzati sulla riviera romagnola soprattutto durante il periodo estivo, si è aperto un dibattito sull'importanza di tale strumento per fare fronte alle necessità del lavoro stagionale. "E' surreale - commenta Giovanni Paglia di Sinistra italiana - Si dovrebbe infatti spiegare sulla base di quale criterio essere impiegati per mesi nella stessa struttura sarebbe qualificabile come lavoro accessorio. Parliamo infatti di cuochi, camerieri, bagnini, addetti all'accoglienza e così via, ovvero delle mansioni indispensabili al corretto svolgimento delle attività economiche".

"Vorrei invece sapere - continua l'onorevole - perché dovremmo continuare a chiudere un occhio davanti al dilagare del lavoro nero o grigio e dell'evasione fiscale, che sembrano la norma molto più che l'eccezione. Sarebbero sufficienti controlli più assidui, che tuttavia sarebbero immediatamente bollati come attacco all'economia del turismo. Sarebbe sufficiente ascoltare le storie che conosciamo tutti da sempre. Contratti part-time sulla carta che diventano a tempo pieno nei fatti, stipendi pagati in parte, costi inesistenti caricati sui lavoratori, straordinari continui e non pagati. Storie note, ma ignorate, perché si preferisce dare per scontato che turismo non debba fare rima con legalità, almeno per quanto riguarda le prestazioni lavorative. Ora pare che sia diventato difficile trovare lavoratori. Una buona notizia: ci si accorgerà finalmente che esiste un modo molto efficace per richiamare al lavoro le persone, ovvero pagarle bene, fino in fondo e in pienezza dei diritti".

Le esperienze dei lavoratori stagionali ===> "Lavoravo 70 ore settimanali a 5 euro l'ora, è lecito rifiutare lavori sottopagati"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento