menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Weekend bagnato e con venti forti: ma per Natale torna il sereno

La settimana di Natale vedrà l'affermazione di un campo anticiclonico sul Mediterraneo occidentale, che favorirà condizioni di tempo stabile con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso

Maltempo alle porte. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha confermato venerdì lo scenario previsto con l'allerta diramata giovedì, elevando da "giallo" ad "arancione" la criticità idraulica per l'anticipo delle precipitazioni nel pomeriggio-sera. "Per sabato - si legge nell'avviso - sono previste precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio sui settori appenninici centrali, in esaurimento nel corso della tarda mattina. Dalla sera un nuovo impulso perturbato attraverserà tutta la regione con piogge moderate sui crinali appenninici. Sono previsti anche venti forti su tutti i crinali appenninici e aree collinari centro orientali con raffiche fino a 70 chilometri orari". L'allerta è "arancione" per vento, mentre gialla per "criticità idrogeologica" e "stato del mare". 

La seconda perturbazione prevista porterà qualche pioggia nella mattinata di domenica, con tendenza a schiarite già nel pomeriggio. Le temperature subiranno una lieve flessione, ma sempre con valori superiori alla norma, con le massime oscillanti tra 10 e 12°C. I venti soffieranno deboli-moderati dai quadranti occidentali, con possibili rinforzi sui rilievi. 

La settimana di Natale vedrà l'affermazione di un campo anticiclonico sul Mediterraneo occidentale, che favorirà condizioni di tempo stabile con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso. Le temperature sono attese stazionarie o in lieve aumento nelle massime, in diminuzione nelle minime, con valori saranno ancora superiori rispetto a quelli previsti dalla norma climatologica. Una progressiva diminuzione per l'afflusso di correnti più fredde dai quadranti orientali è attesa a Santo Stefano. 

"Ricordo – dichiara il sindaco Michele de Pascale – che è vietato accedere/stare nei capanni da pesca e raccomando fortemente di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua, alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati; fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento o suscettibili di essere danneggiati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento