menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il West Nile Virus colpisce un giovane nel ravennate: interventi straordinari in diversi Comuni

Il sindaco: "Con Ausl Romagna ci siamo subito attivati per aggiungere al trattamento larvicida straordinario già fatto in questi giorni da una ditta specializzata un intervento adulticida sul centro storico e in alcune aree limitrofe"

Diagnosticato un nuovo caso di West Nile Virus, questa volta in una persona giovane: si tratta di un residente di Bagnara di Romagna di circa 30 anni, che è stato ricoverato all'ospedale di Imola. "La persona in questione, sulla quale non entro troppo nello specifico, è già stata dimessa dall'ospedale e ora sta bene - spiega il sindaco di Bagnara Riccardo Francone - Con Ausl Romagna ci siamo subito attivati per aggiungere, al trattamento larvicida straordinario già fatto in questi giorni da una ditta specializzata, un intervento adulticida sul centro storico e in alcune aree limitrofe. Il trattamento verrà fatto nella notte tra martedì e mercoledì. Le aree interessate riceveranno porta a porta informazioni più precise da parte di alcuni volontari del Gives. L'Ausl ha precisato che non sono trattamenti previsti dal protocollo regionale, ma aggiuntivi e per maggiore cautela; trattamenti che non possono essere effettuati dappertutto perchè si rafforzerebbero le difese delle zanzare e ci si esporrebbe a un maggior rischio ambientale".

Gli interventi

In base al principio di massima precauzione e secondo quanto previsto dal Piano Nazionale e Regionale, le autorità sanitarie hanno disposto l’attuazione di interventi straordinari di disinfestazione con adulticidi nei Comuni di Bagnara di Romagna, Cotignola e Lugo che si svolgeranno tra le 23 di martedì 4 settembre e le 6.30 di mercoledì 5 settembre. Le aree di trattamento vengono definite secondo le indicazioni dell’Azienda Ausl competente sulla base delle misure di prevenzione delle arbovirosi, in prossimità dei casi accertati di malattia. Nel periodo indicato si provvederà, attraverso operatori specializzati della ditta Sireb sas, all’esecuzione di un trattamento adulticida (con automezzo transitante sulla pubblica via e attrezzatura nebulizzatrice) sulle aree pubbliche e verso le proprietà private, ovvero verso spazi aperti e giardini direttamente prospicienti le strade, per abbattere le zanzare adulte, con l’utilizzo di piretroidi.

A Bagnara di Romagna le operazioni interesseranno tutto il centro storico dentro le mura, il fossato attorno alle mura ed inoltre, via Gramsci dal civico 2 al 14 e il civico 1; i civici 1 e 2 di via Pigno; via Pilastrino nei civici 1 e dal 2 al 12; tutta via Oriani; viale Garibaldi dal civico 1 al 21 e civico 2; piazza della Repubblica dal civico 3 al 23 e dal 2 al 24; via Matteotti dal civico 12 al 18 e dal 13 al 17.

A Cotignola la disinfestazione è prevista in via Gaggio nei civici 12; 14; 16 e 18 e 13 e 15.

A Lugo interventi in tutta via Panzini; via Cardinal Massaia nei civici 1; 3; 5; 7; 16 e 18; via Cento dal civico 124 al 160 e dal 67 al 91; via Circondario Ponente dal numero 81 al 163 e dal 66 al 76; via Don Minzoni dal civico 51 al 107 e dal 50 al 98; via Don Lorenzo Milani nei civici 9; 15 e 22; via Francesco Petrarca ai numeri 2; 4 e 5; via Compagnoni dal civico 46 al 68; nei civici 51 e 53 di via Graziani; via Luzi dal civico 1 all’11, al civico 103 di via Passamonti; dal civico 1 al 4 di via Villa; viale Bertacchi dal numero 12 al 26 e dal 15 al 29; al civico 2 di vicolo Trisoli. Gli interventi sono stati comunicati ai residenti delle vie interessate.

Le operazioni devono essere eseguite in assenza di persone e di animali nelle aree esterne ed è importante chiudere tutte le porte e le finestre delle abitazioni; non esporre alimenti e rimuovere la biancheria; coprire con teli gli ortaggi e le colture pronte per il consumo (se non è possibile adottare tale misura precauzionale evitare il consumo di frutta e verdura per almeno tre giorni e lavare accuratamente prima del consumo); coprire o lavare dopo il trattamento arredi e suppellettili presenti nel giardino; coprire laghetti, vasche e fontane. Inoltre le aree esterne possono essere frequentate dopo almeno 48 ore dall'avvenuto trattamento insetticida.

In Italia quest’anno si sta registrando un notevole incremento di casi di West Nile rispetto all’anno precedente. Alla data del 30 agosto 2018, i casi segnalati sono 334, di cui 131 manifestati in forma neuroinvasiva. Nel 2017 erano stati, complessivamente, 27 i casi gravi di West Nile. Ad oggi, i decessi attribuibili al virus West Nile sono 12, nella gran parte dei casi persone debilitate, anziane o con gravi patologie pregresse, dei quali ben tre nel ravennate: una 84enne faentina e un 85enne e un 83enne di Lugo. In tutto il territorio, oltre ai tre pazienti deceduti, sono stati segnalati altri sei casi, sette con quello di Bagnara. Le Regioni più interessate dalla diffusione del virus sono state Emilia-Romagna e Veneto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento